sabato, Maggio 15, 2021

Corsi 2017: ecco le novità!

CLICCA QUI PER VEDERE SUBITO L’ELENCO DEI CORSI ATTIVI!

E’ appena terminato un anno di lavoro intenso che ha visto nuovamente la partecipazione di più di mille corsisti. Sono stati impiegati quasi 900 chili di farina, 220 chili di burro, 80 chili di zucchero, migliaia di contenitori e bustine, più di diecimila pagine di dispense e la mia auto ha percorso, in un solo anno, più di 35 mila chilometri su e giù per l’italia.

Ora inizia un nuovo anno con tanta carica, grazie a voi!

In questi primi giorni di gennaio fervono i preparativi per organizzare i corsi di questo nuovo anno. Alcuni li potete già trovare attivi nel nuovo CALENDARIO CORSI (clicca qui per vederlo)

clicca per ingrandire

Grazie alla vostra passione, ai vostri consigli, ai vostri commenti entusiasti e alle vostre recensioni, ho cercato di migliorare la nuova offerta formativa che sarà caratterizzata da alcune novità, riassunte qui:

  • Più corsi su due giornate di lavoro: in questo modo sarà possibile aggiungere più parti pratiche e più impasti e preparazioni da “studiare”, con un programma più fitto ma sopratutto con la possibilità di dedicare più tempo ad ogni argomento e preparazione
  • Un numero di corsisti ridotto, al massimo 15-20 persone (a seconda del corso) invece dei 24-28 precedenti: in questo modo sarà possibile dedicare più tempo e attenzioni a domande, risposte e aiuti personali
  • Una chat prioritaria dedicata, tramite whatsapp, dove per ogni corso sarà creato un gruppo insieme a tutti gli altri corsisti di quel corso e me. Potrete farmi domande, inviare foto, video e chiedere aiuti anche mentre siete “nei guai” con i vostri impasti. Risponderò velocemente tramite testo o più probabilmente tramite messaggi audio in modo da aiutarvi come se fossimo al corso e rispondere a domande, dubbi e richieste di chiarimenti. Non sarete più lasciati soli dopo il corso. L’accesso alla chat durerà da 1 a 3 mesi a seconda del corso, ma è allo studio una sorta di “abbonamento” per prolungarne la durata, appena avremo novità ve lo comunicheremo.
  • Dopo i corsi vi verrà inviato un questionario anonimo per recensire e valutare il corso. per ogni compilazione guadagnerete degli sconti per iscrivervi ad altri corsi o da regalare per fare iscrivere vostri amici e amiche!
  • Dispense non più cartacee ma disponibili online in una area dedicata su questo sito. In questo modo le dispense potranno restare sempre aggiornate con le nuove versioni che spesso correggono errori nelle ricette e nelle istruzioni o aggiungono nuove ricette o nuove informazioni teoriche. Le dispense saranno consultabili solo online anche da cellulare.
  • Nuove città previste in calendario, che da tempo mancavano: Campania (Napoli, Caserta), Abruzzo (Vasto), Toscana (Lucca, Pisa) e la Sardegna. A breve, nel giro di una settimana, avrete tutti i dettagli. Iscrivetevi alla newsletter per essere informati appena usciranno le date.
  • Numerosi corsi online che sono in fase di registrazione. Video registrati, dirette e chat in tempo reale per fare domande e chiedere consigli. Iscrivetevi alla newsletter perchè durante l’anno ci saranno tantissime novità in merito a questo punto!

Insomma, un 2017 ricco di novità alcune ancora in stato “embrionale” e che non ho quindi scritto, ma di sicuro saranno molto apprezzate! Restate quindi sintonizzati su queste pagine o sui miei canali social per non perdere nessuna notizia!

CLICCA QUI PER VEDERE SUBITO L’ELENCO DEI CORSI ATTIVI!

TED: il primo Burger & Lobster in Italia apre a Roma!

20150916_232953

Lo scorso 16 Settembre sono stato invitato a prendere parte ad una serata riservata ai blogger per l’apertura di un nuovo locale nel quartiere Prati di Roma, a pochissimi passi dalla zona del Vaticano.

Il locale si chiama TED Burger & Lobster e il nome dice già tutto: si tratta di un locale giovane ma dall’atmosfera curata e ricercata, che punta sulla cucina ispirata all’east coast americana, riproponendola in chiave “originale” e non stravolta (come in molti fanno, purtroppo), puntando principalmente su Astici, Aragoste, Gamberi e Hamburger ma senza dimenticare Tacos, Sandwiches e l’immancabile Cesar Salad. Non resterete delusi neanche dai dolci e non manca ovviamente una attenta selezione per la parte “drink & beverages” con proposte che vanno dai vini ai cocktails, con alcune originali proposte del locale come lo spritz “rivisitato” in chiave TED, davvero ottimo.

Ho trascorso davvero una piacevole serata accompagnata da piatti davvero sfiziosi e simpatici (in versione finger ovviamente altrimenti non sarebbe stato possibile assaggiare tutto) realizzati con cura e con ingredienti di qualità, con un perfetto equilibrio di sapori. Il tutto in un ambiente confortevole con un servizio sempre sorridente, veloce e disponibile.

Che sia quindi per un aperitivo o per una cena o per un dopo cena, se siete li vicino o capitate in quella zona, vi consiglio vivamente di provarlo! Ma non scartate neanche l’idea di fargli visita anche venendo da più lontano, perchè vi garantisco che non ve ne pentirete!

I prezzi sono assolutamente onesti considerando qualità offerta, tipologia del locale e posizione. Un Burger con di 180gr di carne Black Angus, costa solo 9€. Un Astice intero 24€ e un lobster roll con patatine fritte e insalata 18€.

Vi lascio a qualche scatto della serata e al comunicato stampa ufficiale.

Vi ricordo che TED Burger & Lobster aprirà al pubblico il 19 Settembre e per seguire tutti gli aggiornamenti potete visitare la loro PAGINA FACEBOOK

TED Burger & Lobster
Aperto tutti i giorni, alle 12.00 alle 2.00
Via Terenzio 14, 00193 Roma
info@tedburgerlobster.it
www.tedburgerlobster.it
Tel. 0694517168

 

COMUNICATO STAMPA

SABATO 19 SETTEMBRE, IN VIA TERENZIO 14 

APRE TED, IL PRIMO BURGER & LOBSTER IN ITALIA

 Astice, burger, bollicine e cocktail:

a Roma, nel quartiere Prati, il locale internazionale che mancava

Il 19 settembre apre TED, il primo locale Burger & Lobster in Italia. Un format originale, che non trova pari in città. Un luogo dal respiro internazionale che, nel cuore dell’elegante quartiere Prati, coniuga il piacere del buon cibo a un mood dal deciso carattere socializzante.

Prendendo ispirazione dalla tradizione della East Coast americana, punta di diamante della proposta gastronomica di TED è il re dei crostacei: l’astice. Lobster che quotidianamente arrivano in cucina per essere poi serviti – accompagnati da deliziosi contorni e da salsine rigorosamente home made – alla griglia o bolliti, in sfiziose insalate e in golosissimi roll, disegnati e sfornati dai migliori forni di Roma in esclusiva per TED. Altro piatto forte della casa sono i succulenti burger di carne bovina Black Angus, semplicemente il top in fatto di qualità e gusto. Mexican tacos, uova alla Benedict, ceviche, Club sandwich, Caesar salad, piatti a base di tonno, gamberi o salmone, proposte vegetariane, fino ad arrivare ai dessert, completano il quadro di un’offerta variegata, gourmet e allo stesso tempo divertente, frutto anche del lavoro svolto dalla Laurenzi Consulting, agenzia leader nel campo della consulenza enogastronomica.

“Filo conduttore del locale – dichiara Stefano Aprile, General Manager di TED – vuole essere proprio questo contrasto: cibo di qualità proposto in maniera smart in un’atmosfera al contempo elegante e spensierata, capace di accogliere tanto un pranzo di lavoro quanto un aperitivo tra amici. Vogliamo in sostanza rompere gli schemi, servendo astice e champagne in un ambiente friendly e con una clientela trasversale.”

A contraddistinguere ulteriormente TED c’è sicuramente il fronte beverage, con due punti fermi:bollicine e cocktail. Accanto infatti ad un’accurata selezione di birre artigianali – alla spina e in bottiglia – e di vini bianchi e rossi fermi, c’è la possibilità di degustare, anche al calice, alcune delle migliori etichette della produzione spumantistica nazionale ed estera, champagne su tutti, abbinamento perfetto con il lobster. A proposito di abbinamenti, non saranno da meno quelli che vedranno protagonisti i cocktail, dai grandi classici, anche vintage rivisitati, a quelli appositamente studiati per TED dai barman professionisti che animano il grande bancone di legno ricoperto di ottone al centro del locale.Barman che sapranno consigliare ed accontentare anche i meno esperti del bere miscelato. Come in cucina, anche dietro al banco c’è una cura e un’attenzione maniacale per gli ingredienti, a partire dalla frutta fresca e dagli sciroppi, tutti fatti in casa. Last but not least, i distillati, con una bottigliera che vanta ben 100 etichette top level.

“TED ha un’anima internazionale e cosmopolita che ben si addice a una capitale come Roma – afferma Stefano AprileL’ampia e variegata proposta food&beverage, la cucina sempre aperta dalle ore 12.00 a tarda notte, la possibilità di venire qui anche solo per un drink, l’abbinamento cibo-cocktail, sono tutti connotati che danno al locale uno stile unico, tale da far sentire chi varca la soglia di TED come a Soho o a Manhattan, trovandosi però nel cuore di quella che è una delle città più belle del mondo.”

Una Colomba #RaffaelePignataro in regalo, fino a casa tua!

11063476_10206447314165319_2311199837035739002_o

Ci siamo, Pasqua si avvicina ed è tra pochi giorni.

Quest’anno ho prodotto 40 colombe per familiari amici e conoscenti che me l’hanno chiesta e si sono volatilizzate in un attimo. Però ne ho voluto conservare una da regalare ad una/uno di voi che mi seguite, purtroppo per problemi di tempo non sono riuscito ad organizzare tutto questo in tempo utile per la pasqua, ma questo significa solo che un fortunato/a di voi potrà prolungare la propria Pasqua di qualche giorno 🙂  Quindi ecco le istruzioni per partecipare a questo “giveaway”.

Vi ricordo che una/uno di voi avrà in regalo, spedizione inclusa (SOLO PER L’ITALIA. SE VOLETE SPEDIZIONE ALL’ESTERO DOVRETE PAGARLA), una Colomba Classica, realizzata con ingredienti di primissima qualità, edizione limitata 40 pezzi numerati, peso 1kg circa, classica con arancia candita e glassa mandorle e nocciole. ATTENZIONE: Se siete intolleranti/allergici a qualche ingrediente, celiachi etc non mi assumo alcuna responsabilità!

 

11049123_10206505246693596_3253601184114131511_o

 

 

1) Mettete MI PIACE alla mia pagina Facebook IL CRUDO E IL COTTO  (ovviamente se l’avete già fatto, non dovete rifarlo)

2) Condividete la pagina IL CRUDO E IL COTTO con in vostri amici scrivendo qualche commento su cose che vi piacciono del blog o delle mie ricette. Per condividere la pagina basta andare sulla pagina IL CRUDO E IL COTTO, cliccare sui tre puntini in alto a destra, e scegliere CONDIVIDI. Nel commento dovrete inserire gli hashtag #raffaelepignataro #ilcrudoeilcotto e condividerlo come PUBBLICO, altrimenti io non riesco a vederlo per il controllo della regolarità. Ecco come fare, sia da PC che da Cellulare (cliccate sulle foto per ingrandire

 

pag 2

 

Screenshot_2015-04-02-11-17-15  Screenshot_2015-04-02-11-17-24  Screenshot_2015-04-02-11-18-03 

 

3) Condividete questo articolo cliccando sul simbolo F in alto a destra (vedi immagine) per farlo conoscere ai vostri amici. (facoltativo)

3

4) Commentate sotto a questo post su Facebook CLICCANDO QUI   scrivendo qualcosa sul blog o sulle mie ricette, insomma quello che volete :). Il commento sarà il mio modo per sapere che state partecipando, altimenti non ho modo di saperlo, quindi è IMPORTANTISSIMO. ATTENZIONE: I COMMENTI QUI SOTTO AL POST DEL BLOG NON SONO VALIDI, VALGONO SOLO QUELLI SU FACEBOOK

 5) Iscrivetevi alla newsletter GRATUITA cliccando qui Vi ricordo che potrete sempre cancellarvi in ogni momento. State attenti a quando scrivete l’email però, molto spesso vedo che commettete piccoli errori di digitazione e quindi l’iscrizione non va a buon fine. Se ovviamente siete già iscritti, non dovrete rifarlo.

 

Avete tempo fino alla mezzanotte di lunedì 6 Aprile. ATTENZIONE: LA SPEDIZIONE E’ VALIDA SOLO PER L’ITALIA, POSSO SPEDIRE ALL’ESTERO MA IN QUEL CASO DOVRETE AGGIUNGERE LA DIFFERENZA.

Dal 7 aprile raccoglierò i nominativi di tutti quelli che avranno lasciato il commento (punto 4), verificherò la condivisione della pagina (punto 2) e il MI PIACE (punto 1) e l’iscrizione alla newsletter (punto 5) e se tutto in regola, il nominativo verrà inserito in una lista che sarà poi processata sul sito WWW.RANDOM.ORG che estrarrà un nominativo a caso (realizzerò un video che mostrerà tutta la procedura in modo che non ci siano dubbi sulla regolarità) che sarà contattato e avrà la mia colomba in regalo spedita direttamente a casa sua.

Nel caso non si fossero rispettati tutti i punti o non si riceva una risposta al contatto dopo la vincita entro 24 ore, il nominativo verrà eliminato dalla lista e verrà effettuata una nuova estrazione. E così fino a quando non si troverà il fortunato o la fortunata.

La colomba verrà spedita tramite corriere espresso all’indirizzo comunicato entro qualche giorno.

Buona Pasqua!

 

Hotel Oxford e la nuova edizione di Ciak si Cucina!

Chi mi segue su Facebook saprà sicuramente che lo scorso anno ho partecipato all’edizione del format CIAK SI CUCINA vincendo e aggiudicandomi una borsa di studio per un corso di alta cucina presso l’Italian Genius Academy.

 

1512366_761425120577576_4473981240100423425_n

 

Ora una nuova edizione è pronta ad iniziare e sono stato quindi invitato, insieme ad altri blogger ed esperti del settore, alla cena di presentazione nella cornice del ristorante dell Hotel Oxford, di Roma, che si trova in Via Boncompagni 89, a due passi da Via Veneto.

A guidare la cucina il giovanissimo ma talentuoso Chef Marco Mazzone che ci ha deliziato con il menu degustazione del ristorante, fatto da ottime portate, stupendi vini perfettamente abbinati e sopratutto molto accessibile a livello di costi, con un rapporto qualità/prezzo ineguagliabile.  Lo Chef Marco Mazzone ci ha proposto piatti che miscelavano la tradizione con un pò di innovazione, ma sopratutto con ingredienti di qualità rispettati nella cottura e negli accostamenti.

 

IMG_20141009_233658

 

Dopo le interviste di rito e le presentazioni, ci siamo seduti a tavola dove siamo stati “accolti” da un buonisismo antipasto “Ballarò di Mare”: vi dico solo che, lo sapete, io non mangio pesce ma questo l’ho spazzolato tutto! Sapori fantastici e abbinamenti perfetti, rispetto degli ingredienti e profumi incredibili. Salmone di Alaska al sale di faggio affumicato dallo Chef con  waffle; Zuppetta di moscardini con crostone di pane nero e carpaccio di piovra con frutti di bosco ristretto al mosto d’uva

 

IMG_20141009_220331

 

Ecco poi arrivare il primo: un fantastico Risotto di Riso Acquerello, tostato con birra torbata, carciofi spinosi e mantecato al castelmagno. Davvero fantastico e con una mantecatura perfetta.

 

IMG_20141009_223159

 

Come secondo lo Chef ci ha proposto un Tataki di Baccalà con cipolle dorate e pachino a bassa temperatura aromatizzato al rum. Che dire, forse il miglior piatto della serata, un baccalà dalla consistenza fantastica e dal gusto intatto, prefettamente accostato con le cipolle e con i pomodori pachino che andavano a chiudere e completare il sapore del piatto.

 

 

IMG_20141009_230343

 

Per terminare un dolce classico ma servito in modo diverso: un tiramisù (con uova a pasta gialla) preparato espresso al momento, con crema al mascarpone, cuore freddo di caffè e granella di biscotti sablè.

 

IMG_20141009_232534

 

Ma non è finita qui! Durante la cena si era sparsa la voce che la carbonara preparata dallo Chef fosse da urlo e quindi, con un pò di faccia tosta, dopo il dolce abbiamo chiesto di poterla assaggiare e lo Chef ci ha accontentati. Davvero buonissima!

 

IMG_20141010_002735

Tutto il menu è stato accompagnato dai vini : Cinque terre bianco coop. 2012, Franz Haas Manna 2012, Dolcetto d’Alba Dabbene 2013, Schiacchieratrà Cinque terre 2012.

Dopo la cena è arrivato il momento di fare domande “tecniche” allo Chef che pazientemente ha riposto a tutti, tra la soddisfazione di tutti i commensali!

Se quindi volete assaggiare una cucina di qualità, senza “effetti speciali” ma che appaghi gusto e vista, ad un ottimo prezzo, vi consiglio di andare a trovare lo Chef Marco Mazzone all’Hotel Oxford in via Boncompagni 89

Intanto restate sintonizzati per non perdervi l’inizio della nuova stagione di Ciak si Cucina!

 

 

Sermoneta Sky Wine 2014, con il mio cooking-show!

10619898_10203876644428330_6811451821748469378_o

 

Siete nei dintorni di Latina o Roma e volete trascorrere una bella giornata o meglio ancora un fantastico fine settimana in uno dei borghi più belli d’Italia, all’insegna del buon vino e della buon cibo?

Allora non mancate all’appuntamento con lo SKY WINE 2014 Edizione Sermoneta ! Oltre al percorso enogastromico potrete ammirare un fantastico borgo e visitare musei e chiese, anche normalmente chiuse al pubblico!

E Domenica sera, alle 21.30,  ci sarà anche il mio cooking show a base di “Pizza Gourmet”, con una fantastica e particolare pizza con i sapori del territorio pontino.

L’ingresso a SKY WINE è gratuito ma per chi desidera ricevere bicchiere e tracolla e poter degustare i vini oltre a potersi prenotare per assistere seduti ai cooking show è necessario il pagamento di 10€

Per prenotare il proprio posto al cooking show e degustare i prodotti preparati è necessario prenotarsi in loco o inviando una mail a burroebollicine@gmail.com

La prenotazione è valida solo per chi acquisterà all’ingresso il kit di degustazione da 10€.

Tutti gli altri potranno assistere comunque al cooking show senza però poter partecipare alla degustazione.

Eccovi comunque il comunicato stampa e le indicazioni utili, vi aspetto!

E per altri aggiornamenti e novità, seguite l’evento sulla sua pagine facebook SKY WINE 2104

 

1424460_228113850689746_224552017_n

 

 


Comunicato Stampa

La terza edizione dell’evento enologico della Provincia di Latina si svolgerà nella Città d’Arte di Sermoneta

La manifestazione enologica “SKY WINE” giunge alla sua terza edizione. La prestigiosa rassegna e degustazione di vini, è in programma nella Città d’Arte di Sermoneta nei giorni di sabato 30 e domenica 31 agosto 2014 – volto a concludere il già ricco calendario estivo di eventi promosso dal comune pontino.

“SKY WINE” dopo le due edizioni di successo svoltesi a Latina presso la Torre Pontina, si coniuga quest’anno alla storicità del territorio, con un itinerario volto alla valorizzazione della tipicità locale che può vantare una salda identità in termini di cultura, tradizioni e … sapori.

Le location storiche prescelte coniugano la storia del borgo medioevale con la volontà di conferire importanza ed eleganza alla presentazione dei prodotti nostrani, autentici tesori delle nostre terre.

Nel Centro Storico della Città di Sermoneta, la Loggia dei Mercanti, il Palazzo Caetani (già sede del Museo della Ceramica) e l’aula consiliare di Palazzo Americi – adiacente il Belvedere, faranno da splendida cornice alle due serate interamente dedicate all’enogastronomia locale.

Numerose già le adesioni delle aziende vinicole del territorio e non, che racconteranno al pubblico i segreti e le particolarità delle loro preziose produzioni.

I contenuti dell’evento saranno arricchiti dalla presenza di due noti acquerellisti nostrani di fama internazionale che hanno pregevolmente illustrato i paesaggi ed i tratti spesso inusuali della nostra provincia. Gli artisti Valerio Libralato e Tatiana Lapteva condurranno i visitatori in un un viaggio negli angoli e scorci più suggestivi che il territorio pontino offre. L’uso dei “vinarelli” – l’arte di dipingere con pigmenti a base di vino, sarà poi una delle curiosità più interessanti.

Calice e tracollina saranno ancora una volta i mezzi che accompagneranno il pubblico nell’esplorazione inconsueta di una città storica quale Sermoneta che celebrerà per un weekend l’incontro tra la splendida cornice artistica ed il buon gusto.

Con orario pomeridiano sino a tarda serata l’evento riserverà sorprese e caratteristiche che allieteranno i presenti, tra arte, show coking, accostamenti dei piatti tipici con i vini del territorio e musica – il vino sarà il filo conduttore di una manifestazione a ridosso dell’imminente stagione di vendemmia.

Show cooking a base di piatti tipici e la presenza degli astronomi sulla terrazza del Belvedere completeranno l’evento di gusto corredato da importanti approfondimenti.

“SKY WINE 2014 – Edizione Sermoneta” è un evento patrocinato dal Comune di Sermoneta ed organizzato dall’Associazione Culturale Best Events.

 

10615638_10203876644388329_5768003763399785157_n

 

 

Pizza in puglia

Pizza in puglia con burrata zucchine e ventricina
Click per ingrandire

Pizza in Puglia, con una sosta in Sardegna!

Eccovi finalmente la mia ricetta creata in occasione della Galleria del Sapore Cirio, che mi ha permesso di aggiudicarmi il secondo posto!

 

banner 1

 

Quella sera nella mia “Artistic Box” avevo trovato oltre alla PolpaPiù di Cirio, anche una Burrata e dell’origano.

Pensa che ti ripensa e vista una confezione di Pane Carasau sulla dispensa mi sono detto “Perchè non provare a fare una finta pizza?”, ed ecco qui!

Il risultato è stato ottimo, graditissimo dallo chef Luca Ogliotti e da tutti i presenti che l’hanno praticamente divorata!

La cosa più difficile però è stato trovare un nome al piatto… “Finta pizza” mi sembrava troppo scontato.. ma il tempo scarseggiava e quindi vista la presenza della burrata ho deciso per “Pizza in Puglia” ma in realtà c’è anche il pane carasau quindi è anche un pò sarda 🙂

Ovviamente la ricetta che trovate qui è un pò personalizzata con l’aggiunta di ventricina piccante.

 

Pizza in puglia con burrata zucchine e ventricina
Click per ingrandire

 

Quindi ecco a voi la ricetta completa.
Si prepara in davvero pochissimi minuti, si può mangiare fredda quindi ideale per le cene estive con gli amici, quindi fatemi sapere se vi è piaciuta!

E non dimenticate di seguirmi sulla mia pagina Facebook Il Crudo e Il Cotto !

DOSI PER: 1 Pizza – 1/2 Persone          DIFFICOLTA‘: Facile
PREPARAZIONE: 10 minuti     COTTURA: 5 minuti (facoltativa)      TEMPO TOTALE: 15 minuti


 

Ingredienti

  •     1 lattina di Polpa Più Cirio da 400 grammi
  •     2 dischi di Pane Carasau
  •     300 grammi di Burrata
  •     2 Zucchine
  •     4 fette di Ventricina Piccante
  •     1 cucchiaino di origano
  •     1 spicchio di aglio
  •     Olio Extravergine di Oliva
  •     Peperoncino
  •     Sale
  •     Pepe

 

Istruzioni

  1. Per prima cosa preparate il sugo: In una casseruola fate scaldare a fiamma bassa un filo d’olio extravergine e lo spicchio d’aglio schiacciato e del peperoncino macinato o tagliato in piccoli pezzi, a seconda di quanto vi piace il piccante. Appena l’aglio comincia a soffriggere, eliminatelo, ed aggiungete la Polpa Più Cirio.Regolate di sale e fate cuocere per circa 5 minuti a fiamma alta continuando a girare. Spegnete e tenete da parte.
  2. Tagliate le zucchine a rondelle spesse circa 3-4 millimetri e disponetele in una padella co un filo di olio extravergine e del pepe macinato e un pizzico di sale. Fate saltare per circa 5 minuti a fiamma alta in modo da imbiondire le zucchine ma farle restare croccanti. Spegnete e tenete da parte.
  3. Prendete due dischi di pane carasau e metteteli l’uno sull’altro in una teglia rivestita con carta forno. Versate sui dischi il sugo preparato in precedenza e infornate in forno già caldo a 250° per 5 minuti. ATTENZIONE: Questo passaggio è facoltativo.Infornare vi darà una “pizza” più morbida sul fondo ma potete anche evitarlo.
  4. Disponete ora le zucchine sulla pizza condita con il pomodoro e la burrata che avrete prima tagliato in pezzi mischiando insieme sia la parte interna che l’involucro esterno.
  5. Mescolate l’origano con qualche cucchiaio di olio extravergine e versatelo a filo sulla pizza
  6. Terminate disponendo le fette di ventricina e una foglia di basilico come decorazione.

 

Allora, avete visto? E’ una ricetta semplicissima ma di grande effetto scenografico ma sopratutto veloce e super gustosa!

Alla prossima e buon appetito! 🙂

 

Pizza in puglia con burrata zucchine e ventricina
Click per ingrandire

 

Guida Street Food 2015

foto1

 

Ormai il tema dello Street Food è stato trattato in tutti i modi possibili: programmi tv, trasmissioni radio, libri, giornali, eventi, personaggi.

Venuto alla ribalta da un paio di anni lo Street Food è sempre esistito e di sicuro ognuno di noi almeno nella vita, anche se inconsapevolmente o chiamandolo in modo diverso, ha mangiato qualcosa appartenente a questa categoria. Prima che però lo Street Food diventasse “fenomeno di costume” si tendeva a pensare che dovesse quasi per forza far rima con scarsa qualità e mangiare cibo di strada era visto quasi come una soluzione di emergenza piuttosto che una scelta consapevole.

Oggi non è più così, almeno nella maggior parte dei casi: si moltiplicano i luoghi che offrono cibo di strata di qualità, a prezzi accessibili, a volte addirittura gourmet. Questo consente a chiunque voglia provare il gusto del cibo autentico, spesso tradizionale, con prodotti genuini, di poter fare numerose scelte e intraprendere a volte dei veri e propri percorsi di assaggi nella propria città o regione o magari di andare in vacanza e provare lo street food del luogo.

Proprio per aiutarci a scegliere i posti giusti il Gambero Rosso per il secondo anno pubblica la Guida Street Food.

 

IMG_20140626_185142_SMALL

 

Dal Piemonte alla Sardegna, una fotografia, insolita e gustosa, di un’Italia autentica custode di sapori che si perdono nella notte dei tempi. Storie molto spesso di famiglie che si tramandano i ”segreti” di generazione in generazione ma anche di grandi chef che decidono di aprire succursali itineranti delle proprie insegna gourmet. Qui i protagonisti non sono grandi locali ma chioschi, botteghe, paninerie e pulmini itineranti. L’importante è il sapore.

Più di 100 nuovi indirizzi per un totale che supera le 400 segnalazioni, 20 ricette di cibi da strada tradizionali, una panoramica dettagliata dei mercati sparsi sul territorio, spaccato di veracità e vetrina di prodotti tipici. Novità di questa edizione i dolci da passeggio con in primis il gelato.

Ritornano i 20 campioni regionali che meglio rappresentano nelle loro proposte la tradizione culinaria della regione e che la interpretano con formule moderne.

Due premi speciali. Il Panino dell’anno, omaggio allo spuntino per eccellenza che è stato assegnato a Generi Alimentari Da Panino per “Lo Speciale”, e Street Food da Chef, per la rivisitazione più originale di un piatto tipico dello street food: il premio è andato a Pino Cuttaia del ristorante La Madia di Licata (AG) per il suo Arancino con ragù di triglia e finocchietto selvatico.

Focacce, panzerotti, bombette, piadine, frittatine, folpi, panini e chi più ne più ne metta. Ovvero alcuni dei più ghiotti cibi italiani.

 

IMG_20140626_185509_SMALL

 

La guida Street Food del Gambero Rosso è disponibilie per l’acquisto  in edicola e in libreria al prezzo di 6,50€, un prezzo davvero piccolo per una guida che vi consiglio caldamente di comprare e da tenere magari sempre in macchina per avere sempre a portata di mano i migliori indirizzi per gustare prodotti eccezionali.

Ho partecipato alla presentazione della guida e ho potuto gustare anche alcune delle preparazioni dei premiati , spero possiate farlo anche voi visto che tutti i loro indirizzi sono nella guida!

Fries: le patatine fritte di qualità sbarcano a Roma!

20140612_191327

Avrei potuto iniziare questo post con frasi dal chiaro doppiosenso in ricordo di una famosa pubblicità con Rocco Siffredi e le patatine, ma sarebbe stato veramente troppo prevedibile e quindi farò, per una volta, il serio e vi parlerò di questa nuova realtà gastronomica di Roma.

Fries è un progetto portato avanti da alcuni giovani imprenditori con una lunga esperienza nel campo della ristorazione e con il più grande produttore di patate in italia, Sciarria.

La loro idea è stata quella di riproporre anche in Italia (che vanta qualità di patate eccezionali come quelle della piana del Fucino) la patatina fritta di qualità, come avviene già da moltissimi anni in paesi come Belgio e Olanda.

 

20140612_191353

 

Sono stato invitato qualche settimana fa a provare queste patatine presso il punto vendita in “pre-opening” a Ostia, al Villaggio Mondiale (per chi conoscesse Ostia si tratta del famoso “curvone”).

Ma chiariamo prima di tutto una cosa fondamentale: cosa significa “patatine fritte di qualità”?

Significa prima di tutto selezione della materia prima: non tutte le qualità di patate sono adatte alla frittura. Tramite l’esperienza di Sciarria le patate vengono coltivate e selezionate per tipologia anche a seconda del periodo dell’anno.

Una volta raccolte le patate vengono lavorate solo ed esclusivamente prima della frittura. Quindi nessun congelamento di patatine già tagliate, nessun processo intermedio, ma solo patatine fritte freschissime appena tagliate esattamente come le faremmo noi a casa.

Grazie all’impiego di friggitrici di ultima generazione a filtraggio continuo, che consentono di friggere in olio sempre pulito, e due controlli giornalieri sulla qualità dell’olio,  il risultato è perfetto: patate dal gusto fantastico, croccanti fuori e morbide dentro, con una consistenza eccezionale.

 

20140612_193212

 

Ottime da mangiare da sole, ma ancor più interessanti abbinate alle 20 salse disponibili di origine belga e alle 8 salse gluten-free di origine italiana e 4 salse vegane.

Insomma ce ne è per tutti i gusti e anche per tutti gli “appetiti” con cartocci che vanno dal piccolo al “king size” con 900gr di patatine fritte!

 

20140612_191825

 

Come dicevo all’inizio, Fries per il momento ha aperto il suo punto vendita temporaneo ad Ostia in Piazzale Magellano, e resterà aperto fino al 24 Agosto.

Da Settembre invece verrà aperto il primo punto vendita vero e proprio in Via di Porta Cavalleggeri 19, al centro di Roma praticamente dietro la Basilica di San Pietro.

 

20140612_191712

 

Quindi che aspettate, fate una passeggiata al mare e deliziatevi con delle “Delicious Fries” e seguite Fries su Facebook  o sul sito www.deliciousfries.com

Insomma, a voi piace la patata?

(non ce l’ho fatta a trattenermi!) 😀

 

 

Galleria del Sapore Cirio: l’arte incontra il gusto

Ritratti per #GalleriaDelSaporeCirio (14)
Foto per gentile concessione di Cirio (c)

 

Mi fa sempre molto piacere partecipare ad eventi dove posso ritrovare gli altri foodblogger romani e l’ultima occasione si è presentata lo scorso 2 Luglio grazie all’invito ricevuto da Cirio per essere uno dei partecipanti all’evento “Galleria del Sapore” nella bellissima cucina del Gambero Rosso di Roma.

In realtà quando ho sentito parlare di “arte” accostata al cibo ho avuto qualche difficoltà a capire cosa sarebbe successo sia perchè non sono un esperto di arte sia perchè a volte ho assistito a dei tentativi di unire arte e cibo che sono risultati o esagerati ed eccessivi oppure miseramente falliti, ma da come già Cirio stava comunicando l’iniziativa e sopratutto guardando sulla loro Pagina Facebook l’altra tappa della Galleria Del Sapore svoltasi qualche giorno prima a Torino, ho capito che sarebbe stato qualcosa di diverso e sicuramente più interessante.

 

Collage Ritratti GalleriadelsaporeCirio
Foto per gentile concessione di Cirio (c)

 

Arrivato alla Città del Gusto del Gambero Rosso ho incontrato oltre ai tanti già conosciuti food blogger romani (in realtà sarebbe meglio dire LE food blogger, visto che sono quasi tutte donne tranne me e gli altri due uomini Luca e Federico) oltre a qualche viso nuovo, Mariachiara e alcune persone dello staff di Cirio.

 

Raffaele per GDSC (3)
Foto per gentile concessione di Cirio (c)

 

Sul muro, oltre al mio faccione, c’erano alcune bellissime riproduzioni di stampe pubblicitarie che Cirio faceva realizzare negli anni 40-60 ad artisti emergenti: ecco quindi il primo legame tra arte e cibo.

(qui sotto si vede anche la testa di Fedora alias Cranberry 😀 intenta a fare foto…)

Raffaele per GDSC (2)
Foto per gentile concessione di Cirio (c)

20140702_205428

Ma arriva il momento centrale della serata: accompagnati da Luca Ogliotti, executive chef del Gambero Rosso, veniamo portati in cucina e messi davanti alla nostra “Artistic Box“: in pratica una scatola con ingredienti “misteriosi” con i quali avremmo dovuto cucinare la nostra opera d’arte gastronomica.

Esattamente come un pittore usa pennelli e colori per fare qualcosa di unico, anche noi avremmo dovuto creare qualcosa di speciale con pentole, fornelli e ingredienti e sopratutto con la Polpa Più di Cirio, una nuova polpa molto più corposa.

 

Raffaele per GDSC (4)
Foto per gentile concessione di Cirio (c)

 

Dopo aver ricevuto alcuni consigli dallo Chef tutti si sono messi all’opera scoprendo le loro Artistic Box.

E’ curioso come il primo pensiero che attanaglia la mente di qualsiasi persona si trovi a scoprire degli ingredienti “a sorpresa” con la richiesta di realizzare una ricetta che sia buona e bella, sia: “E ora, con questa roba, che ci faccio???” come se quasliasi nozione di cucina improvvisamente svanisse.

Io sono stato abbastanza fortunato: nella mia artistic box c’erano una confezione di burrata, dell’origano e ovviamente una lattina di Polpa Più Cirio.

 

IMG_20140702_192932
Foto per gentile concessione di Cirio (c)

 

Dopo un primo momento di sconforto sono andato verso il banco della dispensa e avvisata una confezione di Pane Carasau e qualche altro ingrediente ho avuto l’illuminazione: faccio una finta pizza! E’ ovvio che dovevo fare una pizza, io sono il “pizzaiolo” dei blogger 😀

Così subito mi sono messo all’opera, cercando prima di tutto di cucinare bene la Polpa Più Cirio in modo da preservarne sapore e consistenza e devo dire che sono rimasto piacevolmente stupito dalla resa in cottura, davvero ottima!

 

Raffaele per GDSC (5)
Foto per gentile concessione di Cirio (c)

 

Poi è stato il momento del Pane Carasau.. come usarlo? come ammorbidirlo per farlo mangiare più semplicemente?

E la burrata? Fredda o calda?

E la “pizza” ? La metto in forno o no?

E cosa ci abbino?

Insomma una serie di domande infinte e scelte da prendere in pochi secondi perchè il tempo passa velocemente.

Inoltre durante tutto il tempo nella mia mentre frullava insistente “come la chiamo questa ricetta? “, vi risparmio la lista sconfinata di nomi improponibili che si sono palesati nel mio cervello, e alla fine, praticamente mentre camminavo con il piatto verso lo chef,  ho deciso di chiamarlo “Pizza in Puglia”

 

GalleriaDelSaporeCirio Roma I Piatti (6)
Foto per gentile concessione di Cirio (c)

 

Durante l’attesa ho comunque potuto vedere anche i piatti preparati dagli altri e devo dire che è stata una vera esplosione di creatività ed inventiva!

Comunque alla fine dai commenti dello Chef Luca Ogliotti e dal fatto che tutte le persone presenti l’hanno divorata non lasciandone neanche un pezzo, ho capito di aver fatto qualcosa che comunque era piaciuto. Non avrebbe vinto secondo me, visti anche i piatti degli altri, ma almeno non avevo ammazzato nessuno 🙂

 

20140702_202244

 

E invece, dopo una piacevole light dinner, scopro che lo Chef e i suoi collaboratori mi avevano assegnato il secondo posto! Non male, ma sopratutto non me l’aspettavo! Terzo posto a Luca e primo posto a Chiara !

 

20140702_213215

 

Durante la nostra prova l’artista emergente “9periodico” ha realizzato una nuova opera ispirata a Cirio e all’incontro tra arte e gusto.

Insomma una serata davvero divertentissima, un ambiente fatto di belle persone, dove non ho respirato assolutamente nessuna competitività ma anzi voglia di divertirsi e divertire.

 

Raffaele per GDSC (6)
Foto per gentile concessione di Cirio (c)

 

Grazie a Cirio per questa opportunità e ci rivediamo fra alcuni giorni perchè si, per tutti voi miei lettori, tra poco inserirò la ricetta completa della mia “Pizza in Puglia” ulteriormente personalizzata! Quindi non dimenticate di seguirmi sulla mia Pagina Facebook!

 

Raffaele per GDSC (8)
Foto per gentile concessione di Cirio (c)

 

E non dimenticate di seguire anche Cirio, sopratutto perchè domani 9 Luglio c’è la tappa di Napoli e potrete seguire in diretta quello che succederà!
www.cirio.it
www.facebook.com/CirioPassioneVerace
https://twitter.com/PassioneCirio
http://instagram.com/ciriocuoreitaliano
http://pinterest.com/ciriopassion

Arriva a Roma il Gelato Festival 2014

Gelato Festival - Firenze

COMUNICATO STAMPA

Il bello e il buono del mondo del gelato artigianale e non solo nel programma delle aule didattiche di Gelato Festival 2014 curato da Food Confidential

Food Confidential porta la sua esperienza nel campo della didattica e della formazione al Gelato Festival 2014 come responsabile del programma didattico dell’aula presente nel villaggio che girerà Italia ed Europa. Un fitto calendario di appuntamenti fatto d’incontri, laboratori e show cooking pensato per divulgare il bello e il buono del mondo della gelateria artigianale, della pasticceria e della cucina legata al gelato ma non solo.

L’Aula Didattica di Gelato Festival è un truck iper tecnologico che può essere trasportato su rimorchio e che include tutte le attrezzature necessarie per realizzare show cooking e dimostrazioni dal vivo: macchina per il gelato, planetaria, piastre a induzione, frigoriferi, acqua corrente, banco refrigerato, posti a sedere, monitor e telecamere.

Protagonisti del programma sono maestri gelatieri, artigiani del gusto ed esperti di settore chiamati da Food Confidential a trasmettere al pubblico le loro conoscenze ed esperienze attraverso il racconto che prende vita nel corso della preparazione delle ricette dal vivo. La storia dei sapori più classici si alterna alla ricerca sperimentale con abbinamenti inusuali e sorprendenti in un programma costruito appositamente per il Gelato Festival. Per Food Confidential l’obiettivo didattico è quello di dare spazio alla cultura di realtà artigianali, alla capacità di comunicare e trasferire conoscenze ma anche passioni, alla territorialità checontraddistingue tutte le città di questo tour internazionale che attraversa l’italia in dieci tappe e l’Europa in cinque tappe per un totale di quindici appuntamenti.

A Roma, infatti, arriva il prossimo appuntamento di Gelato Festival in programma da giovedì 15 maggio a domenica 18 maggio 2014

Gelato Festival - Firenze

AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA viale Pietro de Coubertin 30 – Roma

PROGRAMMA AULA DIDATTICA FB VILLAGE DI ROMA -conduce NERINA DI NUNZIO

Giovedì 15 maggio 2014

  • Ore 16.00 – 17.00 Laboratorio con Marco Radicioni della Gelateria OTALEG

  • Ore 18.00 – 19.00 “Delizia di Salvatore” con Cremeria Aurelia

  • Ore 20.00 – 21.00 Gusto “Cheescake” con Gelatario

  • Ore 21.00 – 22.00 “Gelato di Ricotta con Fragole Fresche” con Cremeria Alpi

Venerdì 16 maggio 2014

  • Ore 16.00 – 17.00 “Il pistacchio dei Gracchi” con Alberto Manassei della Gelateria dei Gracchi

  • Ore 18.30 – 19.30 “Cioccolato fondente al peperoncino e arancia” di Cremeria Alpi

  • Ore 20 30 – 22.30 Gelato al gusto Kulfi, gusto di origine persiana,‎ Gelato al gusto “es krim adpokat” di origine thailandese ed infine il gelato Sa’alab di acqua di origine araba con Andrea Fassi di Verde Pistacchio 

Sabato 17 maggio 2014

  • Ore 13.00 – 14.00 “Sorbetto di cioccolata speziato con 14 spezie” con Filippo Ruggeri di Gelateria del Pigneto

  • Ore 14.00 – 15.00 “Dal caldo al freddo”. I sorbetti a base di tisane con Geppy Sferra di Strawberry Fields

  • Ore 18 30 – 19.30 “Zafferano al croccante di noci” con Dario Benelli di Gelateria La Gourmandise

  • Ore 21.00 – 22.00 Il gelato gastronomico con Hirohiko Shoda

Domenica 18 maggio 2014

  • Ore 12.00 – 13.00 “Crema Zeman” di Geppy Sferra di Strawberry Fields

  • Ore 13.00 – 15.00 “La Crema del Magnifico” e poi il “Baci da Firenze” con Vetulio Bondi e Ciro Cammilli dell’ Associazione Gelatieri Fiorentini 

Gelato Festival - Firenze

PROFILI GELATERIE

Ecco i profili delle Gelaterie che hanno accettato l’invito

Cremeria Alpi

Dall’idea di riscoprire i prodotti tipici della gelateria artigianale fatti con ricette quasi dimenticate, ingredienti sani e naturali nasce un gelato di vera qualità preparato usando sempre materie prime fresche e senza mai ricorrere a preparati industriali. Al Gelato Festival di Roma, Cremeria Alpi preparerà “Ricotta con fragole fresche” e “Cioccolato fondente al peperoncino e arancia”. Cremeria Alpi – Via dei Basaldella, 00125 Roma

Cremeria Aurelia

Senza aggiunta di prodotti di sintesi chimica come coloranti e conservanti per un gelato completamente naturale fatto selezionando materie prime di grande qualità, spesso biologiche. Nathalie Ugo e Vinicio Luzietti di Cremeria Aurelia da sempre attenti alle esigenze di celiaci, vegani e intolleranti al lattosio proporranno al Gelato Festival di Roma la loro “Delizia di Salvatore”. Cremeria Aurelia- via Aurelia, 398/c 00167Roma

Gelatario

Tutto inizia dalla ricerca di materie prime scelte fra produzioni di grande qualità oppure locali per gusti artigianali classici ma anche creativi. Alla prima apertura nel 2010 presso il quartiere tuscolano, nata dalla passione di tre amici di infanzia Norberto Di Giacomo, Luca Pascucci e Matteo Di Giacomo, seguono altre due sedi romane nel quartiere di Centocelle e Tuscolano. Per l’aula didattica di Gelato Festival di Roma, Gelaterio realizzerà il gusto “Cheesecake”. Il Gelatario – Via Tuscolana, 325 00170 Roma

Gelateria dei Gracchi

Fra gli indirizzi più apprezzati e conosciuti nella Capitale, Gelateria dei Gracchi è un punto di riferimento per il gelato preparato secondo tradizione con mantecature accurate per ottenere la giusta cremosità e leggerezza scegliendo unicamente ingredienti di autentica qualità e frutta di stagione. Alberto Manassei, maestro gelatiere e docente per il Corso Professionale di Pasticceria delle Scuole del Gambero Rosso, porterà al Gelato Festival di Roma il famoso gusto” Pistacchio” di Alberto Manassei. Gelateria dei Gracchi – via dei Gracchi 272 00193 Roma.

Gelateria del Pigneto

Un gelato profondamente siciliano da mangiare volendo anche con le tipiche brioches dell’Isola. Filippo Ruggieri seleziona per la sua gelateria ingredienti freschissimi ma anche tante spezie come lo zenzero, la cannella e l’anice che caratterizzano gusti classici e ricercati. Per l’aula didattica di Gelato Festival 2014, Filippo Ruggieri preparerà in diretta il “Sorbetto di cioccolata alle quattordici spezie”.Gelateria del Pigneto, via Pesaro 30 Roma

Gelateria Le Gourmandise

La ricerca del gusto è un pò come la musica per Le Gourmandise capace di unire l’esperienza del passato con la ricerca del gusto attuale. Da qui una ricerca nel segno della raffinatezza di Bartolomeo Scappi e dell’esuberanza dei sapori e dei colori alla corte del Re Sole per reinterpretare in chiave moderna ricette in grado di stupire anche ai giorni nostri con abbinamenti originali, creati a partire da ingredienti di grandissima qualità. Dario Benelli di Le Gourmandise per l’aula didattica di Gelato Festival di Roma preparerà il gusto “Zafferano al croccante di noci”. La Gourmandise Via Felice Cavallotti, 36B 00152 Roma

Gelateria Otaleg

L a qualità del gelato di Otaleg è nota per essere senza compromessi: Marco Radicioni riesce infatti a mettere insieme frammenti di dolci sensazioni utilizzando solo le migliori materie prime di cui il mercato dispone. La lavorazione a vista grazie alle grandi vetrate del laboratorio inoltre rende trasparente e visibile tutto il processo produttivo di un gelato preparato a regola d’arte. Otaleg – Via dei Colli Portuensi 594 00151 Roma

Il Triangolo delle Bermude

Vetulio Bondi, autentico fiorentino nato sotto l’ombra della Cupola del Brunelleschi, sente fin da bambino il richiamo per l’arte del gelato. Dopo un decisivo periodo di formazione negli Stati Uniti d’America, torna a Firenze per aprire la sua bottega dal nome Il Triangolo delle Bermude dove propone la sua interpretazione del gelato e per insegnare presso la scuola Gelatieri Artigiani Fiorentini. Nell’aula didattica di Gelato Festival di Roma, Vetulio Biondi e Ciro Cammilli prepareranno la “Crema del Magnifico” e “Baci da Firenze”. Il Triangolo delle Bermuda – The Real Gourmet Gelato – via Nazionale, 61r Firenze

Strawberry Fields

Materie prime provenienti da agricoltura biologica o dal commercio equo-solidale per un selezionato numero di gusti preparati nel segno di un gelato puramente artigianale e naturale presenti nelle due sedi romane di Strawberry Fields inaugurate da Geppy Sferra e sua figlia Marta. A Roma per il Gelato Festival 2014 porteranno “Dal caldo al freddo. I sorbetti a base di tisane” e “Crema Zeman”. Strawberry Fields – via Tor de Schiavi, 287/a 00171Roma

Verde Pistacchio

La gelateria Verde Pistacchio è una recentissima apertura romana che porta la firma di Max Sonnino e Andrea Fassi, giovane erede dell’antico Palazzo del Freddo fondato nel 1880. Manager e novizio maestro gelatiere, con esperienze internazionali anche a Shangai, a quasi trenta anni decide di cambiare rotta ed avvia un progetto del tutto innovativo insieme al suo socio, mantenendo salda la tradizione nelle sue tradizioni con Verde Pistacchio. AL Gelato Festival di Roma Andrea Fassi preparerà il Gelato al gusto Kulfi – gusto di origine persiana – il Gelato al gusto “es krim adpokat” di origine thailandese e il gelato Sa’alab di acqua di origine araba. Verde Pistacchio – via Nazionale 239 00184 Roma

10295446_579413428841268_8745833119319212267_o

Gelato Festival è un progetto, nato 4 anni fa, unico nel suo genere, ideato e organizzato da Gabriele Poli a Firenze, che comprende, oltre alla didattica, anche e soprattutto una gara tra maestri gelatieri, la somministrazione dei gusti in gara al pubblico e molte attività collaterali e collegate, oggi, nel 2014, conta quindici tappe in Italia ed Europa: www.gelatofestival.it

Food Confidential è un’azienda che si occupa di didattica, editoria, comunicazione, social media strategy, eventi e pubbliche relazioni nel campo del Food, Wine & Beverage. Sviluppa progetti di digital marketing, comunicazione, pr e social media strategy lavorando con le nuove tecnologie per valorizzare i punti di forza della qualità di prodotti e servizi  di realtà che si occupano di eno-gastronomia. Nel 2014 è responsabile del programma didattico del Gelato Festival.

Food Confidential

Via Giulia di Gallese, 6/C – 00151 Roma | info@foodconfidential.it | www.foodconfidential.it

FACEBOOK: facebook.com/FoodConfidential
TWITTER: twitter.com/FoodConfidentia
PINTEREST: pinterest.com/nerinadi/
TUMBLR: foodconfidential.tumbler.com
INSTAGRAM: FOODCONFIDENTENTIAL
VINE: FoodConfidential 

GELATO FESTIVAL Roma, giovedì 15 maggio a domenica 18 maggio 2014

AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA viale Pietro de Coubertin 30 – Roma

www.gelatofestival.it


Warning: A non-numeric value encountered in /homepages/4/d824078217/htdocs/clickandbuilds/IlCrudoeIlCotto/wp-content/plugins/td-composer/legacy/common/wp_booster/td_page_generator.php on line 964
IL TUO CARRELLO
//
Il carrello è vuoto

Se vuoi acquistare qualche corso o corso online:

Clicca qui per l'elenco dei CORSI ONLINE

Clicca qui per l'elenco dei CORSI IN PRESENZA in tutta italia
0
//