sabato, Maggio 15, 2021

Torta del Nonno

DSC03504_3_SMALL

La ricetta di questa torta è nata per caso, perchè un giorno a mensa ho visto questa torta ripiena di una creama al cioccolato e non ho saputo resistere… dopo averla assaggiata (era discreta) ho deciso subito che volevo rifarla, ovviamente meglio! 🙂

Anche questa ricetta l’ho fatta più o meno sei mesi fa, e dalla foto si vede…

E’ una torta “goduriosa”, facile e veloce da fare, da mantenere in frigo, e che può concludere degnamente una cena.

La cottura è inoltre particolare perchè prima di essere messa in forno la torta va passata almeno 1h in freezer, quaesto vi consentirà di mantere frolla e crema di una consistenza morbida e friabile.

Difficoltà: Facile – Tempo di preparazione: 15′ – Tempo di cottura: 30′

Per una tortiera di 24cm

Per la frolla:
400g di Farina 00
240g di burro
100g di zucchero semolato
100g di zucchero a velo
90g di tuorli

Per la crema al cioccolato da cottura:
300g latte
120g tuorli
150g zucchero
60g farina
100g cioccolato fondente
100g cioccolato gianduia (o gianduiotti, o nutella o cioccolato al latte)

Per decorare:
Zucchero a velo
Gocce di cioccolato

Preparazione:
Iniziate preparando la frolla. Io uso la planetaria con il gancio a “foglia”, se fate a mano l’ordine degli ingredienti non cambia, state solo attenti a lavorare il meno possibile il composto che non deve scaldarsi e fate attenzione ad usare burro molto freddo (di frigo)

Unite il burro freddo a pezzi alla farina e cominciate ad impastare (con le punta delle dita o con la planetaria) fino a quando la farina non assumerà un aspetto granuloso e sabbioso. Aggiungete gli zuccheri e continuate ad amalgamare, terminate aggiungendo il tuorlo d’uovo e impastate fino ad avere un composto omogeneo. Formate un rettangolo alto qualche centimetro, avvolgetelo nella pellicola e mettete a riposare in frigo per mezz’ora almeno.

Per la crema, procederemo come una classica crema pasticcera. Io uso il metodo montersino, ma se voi volete potete usare il metodo classico, ossia di versare latte zucchero e tuorli tutti insieme nel pentolino e girare di continuo. Il metodo montersino invece è molto più pratico e veloce:
Mettete un pentolino sul fuoco basso e versateci il latte.
Mentre il latte si scalda, in una ciotola, usando le fruste, o nella planetaria, mettete a montare i tuorli con lo zucchero e i semi di vaniglia. E’ importante montarli molto a lungo, devono incorporare tantissima aria. Aggiungete quindi la farina setacciata e continuate a montare.
Quando il latte inizia a sobollire (non deve bollire forte…) versate questo composto tutto in un colpo nel latte ancora sul fuoco.
Senza toccare nulla attendete che si formino delle bolle che scoppiano sulla superfice della crema di tuorli e zucchero. Quando vedrete questi “vulcani” allora con un cucchiaio date una veloce girata e in meno di 10 secondi la crema sarà pronta senza stare li ad impazzire e a girare per 10 minuti 🙂
Togliete la crema dal fuoco, aggiungete i due tipi di cioccolato tagliati a pezzi e continuate a mescolare per scioglierli.

Tirate fuori la frolla dal frigo, dividetela in due parti uguali, ed aiutandovi con un mattarello infarinato stendetela ad uno spessore di circa mezzo centimetro. Rivestite quindi la tortiera, che avevate prima leggermente imburrato e infarinato, versateci la crema al cioccolato, e ricoprite con l’altro pezzo di frolla che avevate messo da parte, dopo averlo ovviamente steso.

Sigillate molto bene i bordi e mettete il tutto in freezer per almeno mezz’ora.. meglio 1h.

Accendete il forno a 180° e quando sarà arrivato a temperatura infornate la torta prendendola direttamente dal freezer, per circa 20-30 minuti.

Fatela raffreddare e, visto che è molto “fragile”, vi svelo un trucchetto che è valido per tutte le crostate per evitare di romperle per toglierle dalla tortiera. Una volta fredda, mettetela di nuovo 1h in freezer in modo che si “congeli”, sarà molto più facile toglierla dalla tortiera senza romperla.

Fatela arrivare a temperatura ambiente, spolverate abbondantemente con zucchero a velo e gocce di cioccolato e gustatela con un bel sorriso 🙂

Cheesecake Malaga

Di nuovo una cheesecake? Si.. di nuovo una cheesecake! 😀

Questa volta però di più semplice realizzazione rispetto alla Cheesecake Tiramisù pubblicata qualche giorno fa, perchè in questo caso non ci sono particolari operazioni da fare, la più “complicata” è quella di preparare la crema pasticciera ma ormai.. chi non la sa fare?

L’idea di fare la cheescake gusto “Malaga” nasce dal fatto che qualche sera fa giravo fra vari blog alla ricerca della ricetta per un gelato e mi sono imbattuto in un gelato gusto malaga… e allora la mia mente si è aperta subito ai ricordi di quando ero bambino e non mi volevano far mangiare quel gelato perchè c’era il rum… e poi ecco che compare qualche anno più tardi un gelato confezionato tipo Cornetto, ma più grande, che all’interno aveva proprio un ripieno al gusto di “gelato malaga”… non ricordo il nome.. voi lo ricordate???

Comunque passiamo subito alla ricetta.. vi dico anche che se non volete usare il rum perchè la volete far mangiare ai più piccoli, potete anche sostituirlo con acqua con sciolta all’interno una mezza fialetta di aroma rum per torte.. certo è tutta roba chimica.. a mio figlio preferirei dare mezzo cucchiaino di rum piusttosto che quel concentrato di derivati dal petrolio 🙂 Ma ognuno faccia le sue scelte.

Per la crema pasticciera, fatela con la tecnica che più vi aggrada, l’importante è che sia una crema “carica” perchè altrimenti se ne disperde il gusto e che sia molto molto compatta. Io uso la ricetta di Montersino, usando però la farina invece degli amidi che per molti sono di difficile reperimento.

Difficoltà: Facile – Tempo di preparazione: 30 minuti + 6h in frigorifero

INGREDIENTI:
(per una tortiera da 22cm)
200g di biscotti secchi (io uso i Digestive che sono il massimo per la cheesecake)
100g di burro
250g di ricotta
30g di rum + altro per bagnare l’uvetta
100g di uvetta
16g di colla di pesce

Per la crema pasticciera
400g di latte intero
200g di panna
150g di tuorli
150g di zucchero
35g di farina
1/2 bacca di vaniglia

Per le nocciole caramellate
150g di nocciole già pelate
100g di zucchero
2 cucchiai di acqua

PROCEDIMENTO:

Per prima cosa prepariamo la crema pasticciera perchè andrà raffreddata.
Mettete un pentolino sul fuoco basso e versateci il latte, la panna e la stecca di vaniglia privata dei semi, che uniremo invece allo zucchero.
Mentre il latte si scalda, in una ciotola, usando le fruste, o nella planetaria, mettete a montare i tuorli con lo zucchero e i semi di vaniglia. E’ importante montrali molto a lungo, devono incorporare tantissima aria. Aggiungete quindi la farina setacciata e continuate a montare.
Quando il latte inizia a sobollire (non deve bollire forte…) versate questo composto tutto in un colpo nel latte ancora sul fuoco.
Senza toccare nulla attendete che si formino delle bolle che scoppiano sulla superfice della crema di tuorli e zucchero. Quando vedrete questi “vulcani” allora con un cucchiaio date una veloce girata e in meno di 10 secondi la crema sarà pronta senza stare li ad impazzire e a girare per 10 minuti 🙂

Versatela in una terrina, copritela con la pellicola a contatto e fatela raffreddare il più velocemente possibile.

Ora preparate la tortiera: foderate una tortiera apribile con la carta forno seguendo le istruzioni che trovate QUI

Mettete in un mixer con le lame i biscotti e tritateli finemente. Se non avete il mixer allora potrete mettere i biscotti in un sacchetto per alimenti congelati e poi triturarli passandoci sopra un mattarello.

Fate fondere il burro al microonde o su fuoco molto basso fino a farlo diventare completamente liquido. Unite il burro ai biscotti in polvere e mischiate con un cucchiaio fino a far inumidire il composto. Versatelo nella tortiera e aiutandovi con le mani o con il cucchiaio cercate di stenderlo in uno strato compatto e uniforme. Mettete in congelatore.

Nel frattempo in un pentolino scaldate il rum e poi versateci l’uvetta (già precedentemente sciaquata sotto acqua calda) e tenete in ammollo per 10 minuti.

Inumidite anche il fondo di biscotti con il rum (non esagerate altrimenti vi si sbriciola)

Setacciate la ricotta, unitela alla crema pasticciera mescolando molto bene e facendo in modo che i due composti siano ben amalgamati. Se dovessero rimanere dei grumi, passate tutto il composto al passaverdure o al setaccio. Unite l’uvetta ben scolata.

Fate ammorbidire la colla di pesce in dell’acqua molto fredda, scaldate un paio di cucchiai di latte in un pentolino e versateci la colla di pesce ormai morbida e ben strizzata. Fatela sciogliere e unite il tutto al composto di crema e ricotta. Mescolate bene e versate nella tortiera. Mettete in frigo per almeno 6h (io in realtà metto in freezer una notte intera e poi in frigo fino al momento di consumare)

Tostate le nocciole per 5 minuti in forno a 200°, fatele leggermente intiepidre. In un pentolino versiamo l’acqua e poi lo zucchero e portiamo sul fuoco. Quando tutto lo zucchero sarà sciolto versiamo le nocciole tutte insieme ed iniziamo a girare. Dopo qualche minuto lo zucchero si cristallizzerà e diventerà come una polvere. Continuate a girare e lentamente lo zucchero inizierà a sciogliersi nuovamente. Sempre girando attendete che lo zucchero assuma un colore ambrato non troppo scuro. Spegnete il fuoco e versate le nocciole caramellate su della carta da forno unta con un velo di olio. Fate raffreddare e poi riducete tutto in briciole aiutandovi con un martello o un batticarne.

Servite la cheesecake con abbondanti nocciole caramellate

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF

Con questa ricetta partecipo al contest
Dolci Freschi Il Contest

Cheesecake Tiramisù

Cheesecake Tiramisù

Chi non ama il tiramisù? Il dolce “veloce” per eccellenza, quello che ti salva in qualsiasi occasione davanti a parenti ed amici.

Io lo facevo molto spesso pensando che, un pò come accade a tutti, il mio fosse il migliore. Poi un giorno la folgorazione arriva da un certo Luca Montersino che spiega come preparare un tiramisù con una crema paradisiaca ma sopratutto sicura, perchè le uova vengono pastorizzate!

Ebbene si, il tiramisù che siamo soliti preparare ha le uova crude, per quanto possano essere fresche e sicure sono sempre fonte di rischio ed ecco quindi che con la tecnica della “pate-a-bomb” possiamo pastorizzare le uova ma non solo.. il gusto che vi da questa crema non lo da nessuna altra ricetta che voi possiate trovare in giro.

Io quando la preparo devo farne la quantità esatta perchè è sempre durissimo resistere a non mangiarla tutta a cucchiaiate per quanto è buona.

Certo per farla bene è necessario un termometro da cucina (vedrete più avanti il perchè) ma non disperate: anche se vi consiglio di comprarlo perchè costa pochi euro e può essere sempre utile, si può fare anche senza.

Qualche sera fa mi era venuta voglia di tiramisu, ho cominciato a preparare tutto l’occorrente e quando ormai tutti gli ingredienti erano pesati ho ricordato di aver finito il caffè… me ne era rimasto solo un po di quello preparato la mattina, troppo poco per inzupparci i savoiardi… allora la genialata 😀 faccio la crema, faccio una base di biscotti da cheescake aggiungendo quel poco caffè rimasto e faccio la cheescake tiramisù.

Certo non è la prima che trovate in giro ma a quanto sembra sono l’unico che ha avuto il “coraggio” di farla direttamente con la pat-a-bombe.

Quindi, seguitemi in questa avventura 🙂

Difficoltà: Media   –   Tempo di preparazione 30 minuti

INGREDIENTI
(per una tortiera di 22cm)
200g di biscotti tipo “Digestive” (ma vanno bene anche tipo Oro Saiwa)
100g di burro
30g di caffè abbastanza forte (ristretto) + 1 cucchiaino di caffè solubile
90g di tuorli
175g di zucchero
50g di acqua
250g di panna fresca
250g di mascarpone
12g di colla di pesce (gelatina alimentare)
1 bacca di vaniglia
cacao amaro in polvere
Topping al cioccolato (o cioccolato fuso insieme a metà quantità di panna: es. 100g cioccolato 50g panna)

PROCEDIMENTO
Per prima cosa foderate una tortiera apribile con la carta forno seguendo le istruzioni che trovate QUI

Mettete in un mixer con le lame i biscotti e tritateli finemente. Se non avete il mixer allora potrete mettere i biscotti in un sacchetto per alimenti congelati e poi triturarli passandoci sopra un mattarello.

Fate fondere il burro al microonde o su fuoco molto basso fino a farlo diventare completamente liquido. Unite il burro ai biscotti in polvere e mischiate con un cucchiaio fino a far inumidire il composto. Versatelo nella tortiera e aiutandovi con le mani o con il cucchiaio cercate di stenderlo in uno strato compatto e uniforme. Mettete in congelatore.

Unite in una ciotola (se usate le fruste elettriche) o nella planetaria la panna e il mascarpone e iniziate a montare, fino a raggiungere una consistenza molto soda. Tenete da parte in frigorifero.

Intanto mettiamo la colla di pesce a bagno in acqua molto fredda.

In un pentolino versiamo l’acqua e aggiungiamo o zucchero, esattamente in quest’ordine (prima l’acqua e poi lo zucchero) altrimenti rimarrà zucchero non “bagnato” che si brucerà.  Mettiamo su fuoco vivace e senza mescolare facciamo arrivare il composto a 121°, ci vorranno circa 3-4 minuti. Se non avete il termometro potrete fare una prova: bagnatevi le dita con acqua e ghiaccio, toccate leggermente lo zucchero in ebollizione e provate a formare poi una pallina. Se si forma la pallina lo zucchero è pronto, altrimenti richiede ancora cottura.

Mentre lo zucchero cuoce, in planetaria o in una ciotola con le fruste elettriche mettete a “schiumare” i tuorli ossia li farete rompere per formare una cremina ma senza montarli, insieme ai semi della bacca di vaniglia. Quando lo zucchero sarà pronto versatelo ancora bollente a filo sulle uova continuando a montare e aumentando la velocità. Unite la colla di pesce ben strizzata. In questo momento le uova, grazie al calore dello zucchero bollente, si stanno “cuocendo” eliminado così qualsiasi rischio 🙂 Continuate a montare fino a quando la crema non sarà leggermente tiepida (5 minuti almeno). Vedrete che la crema piano piano diventerà giallina e di consistenza molto spumosa.

Quando la crema sarà quasi fredda, unitela alla montata di mascarpone e panna con movimenti delicati dal basso verso l’alto.

Prendete la tortiera dal congelatore e bagnate la base con il caffè ristretto nel quale avrete sciolto anche un cucchiaino di caffè solubile per aumentarne l’intensità. Non esagerate con la bagna, altrimenti lo strato di biscotti diventerà troppo umido. Unite la crema che avrete preparato e mettete in frigo per almeno 6 ore.

Quando sarà il momento di servire, estraete il cheescake dalla tortiera, fate cadere qualche generosa goccia di topping sulla superfice e spolverate abbondantemente di cacao amaro in polvere.

Provatela.. e poi venitemi a raccontare quanto è buona 🙂
Questo è vero “food porn”!

p.s.
una piccola nota: la consistenza di questa cheescake è molto molto morbida, quindi va servita subito dopo essere uscita dal frigo. Se volete servirla ancora al meglio potete anche passarla per 1h al congelatore prima di servirla in modo che sia ancora più consistente, ma il suo sapore lo sviluppa al massimo quando è morbida morbida 🙂

Con questa ricetta partecipo al contest
Dolci Freschi Il Contest

Lemon Bread




Lemon Bread ovvero una soffice nuvola al piacevole e rinfrescante sapore di limone.


Chi mi conosce sa che amo particolarmente le preparazioni di dolci per la prima colazione che siano sani, non eccessivamente calorici, gustosi al punto giusto per affrontare la giornata ma sopratutto semplicissimi da preparare perchè magari li cuoci la sera e poi la mattina li hai pronti e gli ingredienti sono quasi sempre nella dispensa di ogni casa.

Inoltre una caratteristica importante è che rimangano fragranti per diversi giorni: vivendo da solo per forza di cose devo conservarli per almeno 3-4 giorni.

Ed ecco che, girando per vari blog, mi imbatto nel contest “Limoni-AMO?” del blog Crema & Panna 

Pensa che ti ripensa mi dico perchè non sostituire la banana del famoso “Banana Bread” con il limone? Faccio una rapida ricerca in rete e scopro che non mi sono inventato niente 😀 Sicuramente meno famoso del Banana Bread, il Lemon Bread è un soffice dolce da prima colazione o da the molto diffuso nel Regno Unito e negli Stati Uniti.

Qualche ricerca di ricette, qualche conversione di unità di misura, qualche aggiustamento e… provatelo, rimarrete letteralmente tramortiti dal suo profumo, dalla sua dolcezza non stucchevole e dalla sua morbidezza. Oltretutto si prepara in 5 minuti e non servono neanche attrezzi, basta un cucchiaio o meglio una frusta ed un po di olio di gomito.

Si accompagna perfettamente ad una tazza di latte caldo o ad una buona marmellata non troppo dolce magari fatta in casa con frutta fresca e biologica.

Vi lascio con la ricetta e vi consiglio veramente di prepararlo al più presto possibile.


LEMON BREAD
Difficoltà: Semplice    Tempo di preparazione: 5 minuti    Tempo di cottura: 30 minuti

Ingredienti:

115g di Burro
200g di Zucchero semolato
2 uova medie
30g succo di limone BIO *
1 cucchiaio di buccia di limone BIO grattuggiata *
190g farina 00
1 cucchiaino di lievito chimico (Lievito per dolci)
un pizzico di sale
125g di latte scremato

*è importante scegliere limoni biologici e non trattati per evitare di inserire nell’impasto tutte quelle sostanze chimiche che vengono usate per il trattamento di pianta e bucce dei limoni

Per la glassa:
60g zucchero a velo
30g succo di limone


Procedimento:

In una grossa ciotola lavorare il burro ammorbidito (deve essere della consistenza di una pomata, lo potete ammorbidire o lasciandolo a temperatura ambiente per alcune ore oppure passandolo qualche secondo al microonde. Mi raccomando: non si deve sciogliere!) con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso. Aggiungere le uova e continuare ad amalgamare. Aggiungere poi a filo e poco alla volta il succo di limone, continuando a lavorare.

Setacciare insieme farina, lievito e sale e aggiungere gradatamente alla crema, alternando ogni volta con il latte, amalgamando con cura dopo ogni aggiunta.

L’impasto finito si presenterà dalla consistenza di una crema molto soda.



Imburrate e infarinate uno stampo da plum cake (io per sicurezza metto anche un foglio di carta forno su fondo e lati e versateci il composto. Livellate scuotendo un po lo stampo (non ci sarebbe neanche bisogno visto che si livellerà da solo in forno) e cuocere a 180° per circa 30 minuti (forno statico)



Fate ovviamente la prova stecchino: infilate uno stuzzicandenti al centro del dolce e se lo estraete asciutto allora è pronto.

Sfornate, lasciate raffreddare 10 minuti e poi estraetelo dallo stampo e lasciatelo raffreddare su una griglia.

Intanto preparate la glassa e quando il Lemon Bread sarà freddo versatela sulla sommità facendola colare.

Servite a fette spesse 2cm versando, se vi va, ancora un pò di glassa sulle fette.

Buona colazione! 🙂




——————————–


Con questa ricetta partecipo al contest “Limoni-AMO?” di Crema&Panna



Torta di mele e cannella

Questa torta nasce dall’esigenza di preparare un dolce buono e profumato ma che richieda pochissima preparazione e pochissimi strumenti e, soprattutto, non richieda necessariamente l’utilizzo di sbattitori elettrici, planetarie e quant’altro ma possa essere fatto completamente a mano con un cucchiaio o una frusta.

L’unione di mele è cannella è ovviamente quella che da sapore e gusto a questo dolce che esprime il meglio di se al palato se gustato leggermente tiepido condito da una crema al limone tiepida, che va ad addolcire il sapore forte della cannella.
Per finire è utile sottolineare che si tratta di un dolce non eccessivamente calorico qundi e con pochi grassi quindi anche chi sta a dieta può concerdersi una piccola fetta senza troppi rimorsi 🙂
 

LA VIDEORICETTA

LA RICETTA
Tempo di preparazione: 15 minuti – Tempo di cottura: 60 minuti circa
Difficoltà: media –  Kcal per porzione (1/8 di tortiera da 20cm): 180 Kcal

INGREDIENTI PER LA TORTA (per due tortiere da 20cm oppure una da 24-26 cm)
700gr di mele intere (corrispondenti a circa 500gr di mele tagliate e private del nocciolo)
100gr di burro
170gr di farina 00
30gr di fecola di patate
15gr di baking (lievito chimico)
100gr di uova intere
200gr di zucchero semolato
200gr di latte intero
20gr di succo di limone
2gr di cannella in polvere

PER LA PREPARAZIONE DELLE TORTIERE

30gr di burro fuso
30gr di farina

PER LA DECORAZIONE
30gr di zucchero a velo
1gr di cannella in polvere

PREPARAZIONE:

  • Mescolare insieme zucchero e uova fino a quando il composto non risulta chiaro e spumoso
  • Fondere il burro in microonde o bagnomaria, facendo attenzione a non fare riscaldare troppo il burro che deve risultare tiepido e non bollente.
  • Aggiungere il burro fuso a filo al composto di zucchero e uova e incorporarlo bene
  • Aggiungere la cannella e continuare ad miscelare il composto
  • Aggiungere il latte a filo continuando sempre a miscelare
  • Solo quando il composto è ben amalgamato e liscio aggiungere la farina, la fecola e il baking dopo averli setacciati tutti insieme. L’aggiunta delle farine deve avvenire in 3 momenti e bisogna aggiungere una parte successiva di farina solo quando la parte precedente è ben amalgamata ed incorporata al composto
  • Sbucciare le mele, eliminare il nocciolo e tagliarle a fettine sottili non più di mezzo centimetro.
  • Versare subito le fettine di ogni mela in un contenitore contenente il succo di limone e girarle in modo da inumidirle con il succo. Procedere quindi con ogni altra mela fino a quando non si raggiunge il peso previsto dalla ricetta.
  • Unire le mele al composto già preparato e servendosi di un cucchiaio miscelare bene il tutto.
  • Ungere la tortiera con burro e infarinarla leggermente, versare il composto ed infornare in forno già caldo a 180° per circa 50-60 minuti, controllando la cottura già dopo 40 minuti.
  • Far raffreddare la torta e solo quando ben fredda estrarla dalla tortiera, intiepidirla altri 5 minuti in forno caldo e poi spolverarla con zucchero a velo e cannella e servirla al piatto con un condimento di crema inglese al limone

Warning: A non-numeric value encountered in /homepages/4/d824078217/htdocs/clickandbuilds/IlCrudoeIlCotto/wp-content/plugins/td-composer/legacy/common/wp_booster/td_page_generator.php on line 964
IL TUO CARRELLO
//
Il carrello è vuoto

Se vuoi acquistare qualche corso o corso online:

Clicca qui per l'elenco dei CORSI ONLINE

Clicca qui per l'elenco dei CORSI IN PRESENZA in tutta italia
0
//