mercoledì, Giugno 23, 2021

Isole Lucane: la mia ricetta per IoChef

 Isole Lucane
ovvero
Isola di pane di matera con polpo freddo al lime e filangè di Pomodoro Cettaicale di Tolve
su tartare di lime e zenzero,

Isola di pane di matera con polpettina tiepida di seppie 

su vellutata di fagioli di Sarconi IGP varietà Munachedda

Isola di pane di matera con filetto di rombo grigliato marinato con olio e ficotto 

su caviale di Melanzana Rossa di Rotonda DOP
e sferificazione di succo di Melanzana Rossa di Rotonda DOP

Quando ho deciso di partecipare ad IoChef l’ho fatto più per sfida verso me stesso che per altro. Chi mi conosce sa che non amo cucinare il pesce.. e allora che faccio mi iscrivo ad un contest dove il pesce è uno degli ingredienti richiesti per la partecipazione?

Confesso che non è stato per nulla facile decidere cosa fare, ho trascorso diversi giorni a pensare a che pesce sceglire tra quelli proposti, a che tipo di cottura fare, al tipo di presentazione.

Poi ecco che mi arriva il pacco con tutte le meraviglie della lucania, e finalmente ho potuto toccare e annusare quegli splendidi prodotti tipici di quella terra, mai visti prima e completamente sconosciuti.

Mi giravano in testa mille idee, mille abbinamenti, mille ricette, non sapevo quali scegliere, era tutti meravigliosi e ogni idea mi piaceva. Dopo una notte quasi insonne (eh, io sono così.. mi concentro anche mentre dormo) l’illuminazione: devo creare un vero e proprio trionfo di lucania, un piatto che preveda più ingredienti possibili, presentati in modo un pò innovativo ma in abbinamenti di sapori abbastanza tradizionali, usando anche qualche tecnica “moderna” di cucina molecolare (roba semplice comunque…).

Il problema è nato quando ho cominciato a scrivere gli abbinamenti che volevo realizzare: come presentarli? E sopratutto.. come cavolo scrivere il titolo di un piatto con almeno venti ingredienti diversi? Ed ecco che anche in questo caso un riposino è stato utile: illuminazione, la Basilicata non ha isole, glie le creo io! Ed ecco che ha preso forma sia l’idea del piatto sia la sua composizione e presentazione.

E’ partito lo studio frenetico sugli abbinamenti, sulle spezie, sulle cotture e alla fine, sfruttando una mezza giornata, ho preparato il tutto.

Sono sincero con me stesso e so che quasi sicuramente nessuno dei miei lettori vorrà cimentarsi nel rifare un piatto del genere, abbastanza lungo e complesso per il numero di preparazioni necessarie. Ho anche paura che gli chef del concorso, che dovranno rifare il piatto, mi vengano ad ammazzare appena lo vedranno 🙂

Comunque non è niente di impossibile, ci vuole solo un pò di tempo.
Vi lascio quindi con la ricetta, bella lunga e complessa.
E spero di arrivare almeno tra i 12 finalisti per andare a visitare questa bellissima terra. E se non sarà così, poco importa: è stata una faticaccia, ma oltre ad essermi divertito ho potuto anche apprezzare le meraviglie gastronomiche di questa terra.

Con questa ricetta partecipo al concorso IOCHEF organizzato da Scatti Golosi e l’Unione Regionale Cuochi Lucani

Difficoltà: Difficile – Preparazione 3h circa

INGREDIENTI (per 4 piatti)

Crostini di pane di matera
3 fette di pane di matera
Olio extravergine di oliva Tenute Zagarella

Mare Lucano
380g di acqua
8g di alga nori
40g di blue curacao
1,3g di agar agar in polvere
*siccome qualcuno me lo ha chiesto, se non avete il blue curacao potete anche usare 2-3 gocce di colorante alimentare (naturale, per favore…). In questo caso l’acqua dovrà essere 400g

Sabbia Lucana
100 g pane di matera (in fette)

Tartare di Lime e Zenzero
1 piccolo lime
1 cucchiaio di zenzero grattuggiato
1 cucchiaino di olio extravergine di oliva Tenute Zagarella
1 pizzico di sale

Polpo al lime
1 polpo (in realtà ne serve solo un tentacolo, ma i polpi li vendono solo interi…)
1 carota
2 foglie di alloro
1 costa di sedano
il succo di mezzo lime
prezzemolo tritato
sale qb

Caviale di Melanzana Rossa di Rotonda DOP
500g di melanzane rosse di rotonda
1/2 spicchio di aglio
1 cucchiaino di buccia di limone
3 foglioline di basilico
3 foglioline di menta
3 cucchiai di olio extravergine di oliva Tenute Zagarella
Sale qb

Sferificazione di Melanzana Rossa di Rotonda DOP
1 bicchiere di olio di semi freddo di frigorifero
Agar-agar in proporzione di 1,5g per ogni 100g di liquido delle melanzane ottenuto dopo la spremitura (vedi ricetta) 

Vellutata di fagioli di Sarchioni IGP
100g di fagioli di Sarchioni IGP varietà Munachedda
10g di pancetta
1 cucchiaino di cipolla tritata finemente
1 cucchiaino di maggiorana tritata
Olio extravergine di oliva Tenute Zagarella 
sale qb

Polpette di seppia
80 g di seppia
1/2 cucchiaino di buccia di limone
10g di cacioricotta lucana
1 cucchiaino di prezzemolo tritato
1/2 cucchiaino di aglio tritato
un pizzico di noce moscata
1 uovo
30g di pane di matera grattuggiato
Olio extravergine di oliva Tenute Zagarella 
sale qb

Rombo Grigliato
2 filetti di rombo
1 cucchiaino di Ficotto
Olio extravergine di oliva Tenute Zagarella

Filangè di pomodoro Cettaicale secco
2 pomodori Cettaicale secchi

PREPARAZIONE

Una premessa: è importante seguire l’ordine delle preparazioni in particolare per polpettine, polpo e rombo in modo da servirli a tre temperature diverse: il polpo a temperatura ambiente, le polpettine tiepide e il rombo caldo.

Per prima cosa, la notte precedente alla preprazione del piatto, mettete a bagno i fagioli in acqua.
Inoltre mettete in frigorifero un bicchiere pieno di olio di semi che ci servirà per la sferificazione di Melanzana Rossa di Rotonda.

Mare Lucano:
Spezzettate l’alga nori nell’acqua e lasciate in infusione per 2h
Mettete il blue curacao in una casseruola antiaderente e fatelo ridurre sul fuoco fino a far evaporare la parte alcolica e ottenere la metà della quantità originale.
Inserite l’acqua in una casseruola dopo averla filtrata per eliminare l’alga nori, sciogliete bene l’agar agar e portate a ebollizione. Attendere 2 minuti dall’inizio dell’ebollizione e poi spegnete il fuoco. Attendete due minuti e aggiungete la riduzione di blue curacao (20g), miscelate molto bene e versare nei piatti da portata facendoli poi raffreddare fino alla gelificazione.

Pane di matera grattuggiato:
Preparate il pane grattuggiato con il pane di matera, che servirà sia per la sabbia sia per le polpette. Tagliate le fette di pane di matera, disponetele in una teglia e infornate a 180° per 20 minuti. Girate quindi le fette e attendete altri 20 minuti. Fate raffreddare le fette così “biscottate”  e poi tritatele finamente in un cutter.

Crostini di pane:
Con dei coppapasta tagliare le forme dei crostini da fette di pane di matera, alti circa 2cm
Fateli quindi tostare in una padella con un filo di  olio extravergine fino a quando saranno ben dorati.

Tartare di lime e zenzero:
In una ciotolina unite il lime tagliato a dadini, lo zenzero grattuggiato il pizzico di sale e l’olio. Mescolate bene e lasciate riposare in frigorifero.

Polpo al lime: 
Come dicevo in realtà a noi serve un solo tentacolo, comunque ecco le istruzioni su come cuocere l’intero polpo. Lavate e pulite il polpo (oppure fatelo fare alla vostra pescheria se non sapete come fare). In una grossa casseruola mettete a bollire abbondante acqua insieme a carota, sedano e alloro e un pizzico di sale (fate attenzione perchè il polpo è gia sapido di suo). Quando l’acqua arriverà a bollore prendete il polpo dalla testa e immergete i tentacoli in acqua per pochi secondi e poi tirateli fuori dall’acqua, ripetendo l’operazione 3-4 volte. Versate poi l’intero polpo nell’acqua, abbassate la fiamma e lasciate cuocere fino a cottura. Di solito ci vorranno circa 40 minuti per ogni kg di polpo.
Una volta cotto fatelo raffreddare e poi tagliate un tentacolo in pezzi di circa 3cm di lunghezza. Unite i pezzi di tentacolo in una ciotolina mischiandoli con il succo di lime e il prezzemolo e tente da parte in frigorifero.

Caviale di Melananzana Rossa di Rotonda: 
Disponete in una teglia rivestita con carta forno le melanzane intere dopo averle lavate e asciugate. Infornate a 180° per circa 1h. Fate intiepidire e poi tagliate le melanzane a metà, estraendone la polpa con un cucchiaio. Mettete la polpa in un canovaccio di cotone, stringetelo e strizzatelo per fare uscire tutto il succo che raccoglierete in una ciotola e terrete da parte in frigorifero.
Inserite la polpa “asciutta” in un cutter insieme agli altri ingredienti e tritate il tutto fino ad ottenere un composto cremoso. Se fosse necessario aggiungete altro olio extravergine per ottenere la cremosità desiderata.

Sferificazione di Melanzana Rossa di Rotonda:
Pesate il liquido ottenuto dalla spremitura della polpa di melanzane e aggiungete l’agar-agar a freddo mischiando molto bene con una frusta. Portate sul fuoco e fate cuocere per 2 minuti dall’inizio del bollore. Spegnete il fuoco e lasciate intiepidire 2 minuti, prelevate il liquido con una siringa o una pipetta e versatelo goccia a goccia nel bicchiere di olio di semi che tenevate in frigorifero. Le sfere si formeranno subito ma tenete ancora il bicchiere nel frigorifero fino al momento di servire quando verseremo l’intero contenuto del bicchiere in un colino a maglie fitte, passandolo poi sotto l’acqua corrente per eliminare l’olio in eccesso ed ottenere le sfere pulite e pronte per essere usate 

Vellutata di fagioli di Sarchioni IGP:
Scolate i fagioli dall’acqua dove sono stati tutta la notte e versateli in un altra pentola d’acqua in ebollizione con un pizzico di sale.
Cuocete fino a quando i fagioli risulteranno cotti ma ancora al dente.
Nel frattempo in una padella fate soffrigere con un filo d’olio extravergine la pancetta e la cipolla, unire quindi i fagioli cotti e fateli insaporire per qualche minuto.
Versare tutto il composto ancora caldo in un cutter, aggiungere la maggiorana e avviare la macchina fino ad ottenere una crema densa ma non troppo solida, eventualmente aggiustare la densità aggiungendo un pò d’acqua di cottura dei fagioli e se necessario aggiustate di sale.
Ottenuta la crema, passatela al colino in modo da ottenere un composto vellutato.

Polpette di seppia:
Lavate e pulite le seppie (se non sapete come fare, fatelo fare alla vostra pescheria) e asciugatele molto bene.Inserite in un cutter le seppie dopo averle tagliate a striscioline e tutti gli altri ingredienti. Avviate il cutter e tritate grossolanamente. Formate quindi delle palline di circa 30g e fatele cuocere a fiamma media in una padella con un filo di olio evo. Tente quindi al caldo 

Rombo marinato:
Pulire e sfilettare il rombo (se non sapete come fare, anche in questo caso, fatevi aiutare dalla pescheria) e adagiare i filetti in un piatto e ricoprirli con un mix di olio extravergine e ficotto. Lasciar marinare per 15 minuti. Poi scolate bene i filetti dalla marinatura, tamponateli con della carta assorbente e fateli scottare velocemente in una padella antiaderente ben calda con un filo di olio extravergine.Mi raccomando la cottura: il pesce deve cuocere poco per rimanere tenero, il filetto di rombo è sottilissimo quindi la cottura è velocissima, di solito è pronto nel giro di 1 minuto a fiamma vivace.

Ora ci dedichhiamo all’impiattamento:

Disporre i crostini sul mare.

Sul primo crostino adagiare la tartare di lime e zenzero, un pezzo di polpo, e il pomodoro secco cettaicale tagliato in fili sottilissimi. Aggiungiamo un pò di pane di matera grattuggiato su un lato a simulare la sabbia dell’isola. Decoriamo con una fogliolina di prezzemolo.

Sul secondo crostino adagiare un cucchiaio di vellutata di fagioli di Sarchioni e la polpetta di seppia. Decoriamo con la sabbia di pane di matera e una fogliolina di maggiorana.

Sul terzo crostino adagiamo un cucchiaio di caviale di Melanzana Rossa di Rotonda, il filetto di rombo appena tolto dalla padella, e 3 sfere di succo di Melanzana Rossa di Rotonda. Decorate con qualche sottile striscia ricavata dalla buccia delle melanzane, una fogliolina di basilico e la sabbia di pane di matera.

Terminate il tutto con un filo di olio extravergine di olia e servite, indicando magari di cominciare dal polpo, passare per la polpettina e terminare con il filetto di rombo.

Se siete arrivati a leggere fino a qui, vi ringrazio 🙂
E vi invito a seguirmi su Facebook mettendo un “mi piace” sulla mia pagina https://www.facebook.com/ilcrudoeilcotto

IoChef, alla scoperta dei sapori della lucania

La Basilicata, devo ammetterlo, per me è territorio semi sconosciuto. So dov’è sulla cartina, so che la sua città più “importante” è Matera, ma della sua tradizione culinaria, dei suoi prodotti tipici a parte il pane di Matera, conosco ben poco.

Ecco perchè con molto interesse ed entusiasmo ho deciso di partecipare al concorso IoChef, organizzato da www.scattigolosi.com e Unione Regionale Cuochi Lucani, in occasione del  27° Congresso Internazionale della Federazione Italiana Cuochi (F.I.C.)
che si terrà a Metaponto dal 7 al 10 ottobre.

E cosa c’è di meglio per far conoscere un territorio così ricco di tradizione e prodotti che coinvolgere anche i foodblogger? Ben 100 foodblogger, me compreso, si sfiderannoa con ricette da realizzare esclusivamente con i meravigliosi prodotti tipici di questa terra. Una giuria composta da chef realizzerà ogni singola ricetta per poi valutarla e scegliere 12 finalisti, ecco l’altra cosa bella di questo concorso: niente “voti” da facebook, niente giudizi su simpatie, foto o quant’altro.. ma solo ed esclusivamente sulla bontà del piatto, sul suo equilibrio e sulla valorizzazione dei sapori dei prodotti.

Sarà sicuramente una bellissima esperienza anche solo quella di doversi inventare una ricetta con prodotti che non ho mai usato in vita mia e dei quali non conosco neanche ancora il sapore, quindi si tratterà di ricevere i prodotti, assaggiarli per capirli e mettere in moto cervello e palato per creare qualcosa di interessante, spero di riuscirci!!!

1000foglie by night alla Pasticceria De Bellis

Ieri sera ho avuto il piacere di partecipare all’evento 1000foglie by Night alla Pasticceria De Bellis, con l’organizzazione di Food Confidential

“Considero la pasticceria una materia viva e in continuo movimento, una professione che mi permette di coniugare l’atto creativo con l’estetica moderna”

Queste sono le parole di Andrea De Bellis, classe 1979. Ha studiato numerosi anni in Italia e all’estero con maestri del calibro di Ferran Adrià, Paco Torreblanca e i fratelli Roca. Nel 2011 ha avviato a Roma un laboratorio di pasticceria e lo scorso marzo ha aperto, insieme al fratello Marco, la Pasticceria De Bellis.

Conoscevo già il nome di Andrea De Bellis ma non avevo mai avuto occasione di mangiare qualcosa di suo, quindi quale migliore occasione visto anche che si parlava di mille foglie, uno dei miei dolci preferiti e sul quale sono più critico?



La Pasticceria De Bellis si trova a due passi da Campo Dei Fiori, nel cuore della Roma antica, immersa tra piccoli vicoli e palazzi antichissimi, che ti sembra da un momento all’altro di veder sbucare il Marchese Del Grillo

E’ un locale piccolissimo, entrando la fanno da padrone i banconi/vetrine in cui sono esposti dei fantastici dolci monoporzione da poter comprare e mangiare subito, o da poter portare a casa.

Lo spazio è semplice, minimale ma ben curato. Le luci sono posizionate nel modo giusto e creano quasi l’atmosfera che si può respirare in una gioielleria. Sulla sinistra c’è un piccolo spazio con qualche posto a sedere ma non ci vanno più di 10 persone.

La proposta innovativa della Pasticceria De Bellis è quella del 1000 foglie BAR : poter gustare una millefoglie preparata al momento davanti al cliente, più pasticceria fresca di così!

Per la serata era prevista la possibilità di gustare ben nove versioni dolci preparate direttamente da Andrea De Bellis e tre versioni salate preparate da Andrea Dolciotti, chef del ristorante Inopia, che ha preparato anche un meraviglioso, freschissimo e dissetante cocktail a base di cetriolo, fiori di sambuco e limone.

Quando sono arrivato alle 22:00 c’era già molta gente: curiosi, foodblogger, stampa.

Vista la fame mi sono subito precipitato all’assaggio visto che, in occasione della serata, veniva praticato un prezzo speciale di 3,00€ a porzione invece che 4,50€.

Ho voluto cominciare subito dal dolce, e cominciando dalla versione classica, vero metro di paragone per ogni amante del millefoglie perchè permette di apprezzare molto bene il millefoglie stesso senza farciture “complesse” dal punto di vista del gusto.

 

All’assaggio il millefoglie si presentava con un tripudio di sensazioni e sapori: croccante al punto giusto, non aveva nessun retrogusto eccessivo di burro, la dolcezza era perfettamente calibrata con la caramellatura dello strato superiore, sembrava quasi di poter assaporare ogni singola sfoglia e non sono riuscito a contarne quante ce ne erano in quasi 2cm di millefoglie.

La crema pasticciera era molto delicata e bilanciata, personalmente avrei preferito un sapore un pò più deciso, ma nel complesso era davvero ben abbinata al sapore del millefoglie sposandosi alla perfezione.

Passo subito all’assaggio della seconda versione : Nocciola al cubo.
Se è vero che adoro il millefogile, forse adoro ancora di più la nocciola, che al contrario di quato possa sembrare, non è ingrediente semplice da usare in pasticceria, basta poco per rovinarla e creare una crema eccessivamente amara o eccessivamente pastosa.

Un gusto spettacolare: una delicatissima crema al burro alla nocciola, per nulla stucchevole, accompagnata da una salsa alla nocciola e delle nocciole caramellate e ricoperte di cacao. Il contrasto con il sapore della sfoglia era fantastico e tutti i sapori, con i vari livelli di dolce e amaro si sposavano alla perfezione. Ne avrei volentieri mangiata un altra ma ho preferito cambiare per poter scoprire gli altri abbinamenti.

Quindi ho ripiegato sulla versione Hana-bi

Cremoso al cioccolato Valhorna 70% e “fuochi d’artificio”. Per chi ama il cioccolato fondente, quello vero, questa versione è un must. Amaro al punto giusto e, ancora una volta, per niente stucchevole.

Ecco anche la versione Verde: pistacchio, te verde e amarene… a dir poco fantastica!

Dopo una pausa passata a scambiare qualche parola con alcuni presenti, ho continuato con l’ultima versione dolce: l’occhio di drago!

Crema pasticciera, lamponi e lychee (o litchi).. una esplosione di dolcezza e freschezza!

Un bicchiere di prosecco e poi via, all’assalto delle versioni salate: Baccalà Mantecato, Seppie Marinate e Carbonara.

Avrei voluto mangiarle tutte ma davvero non ce la facevo più e così ho scelto solo la versione Carbonara

Qui abbiamo raggiunto davvero l’apoteosi: delle sfoglie sottilissime e croccanti, immerse in una salsa all’uovo e pecorino e, sul fondo, tanto guanciale croccante.

Ecco anche la meravigliosa versione al Baccalà Mantecato: una delizia per il palato ma anche per gli occhi

Insomma è stata davvero una bellissima esperienza e una serata davvero piacevole, grazie anche alla meravigliosa organizzazione di Food Confidential di Nerina Di Nunzio.

Se capitate a Roma, o se siete di roma ma non ci siete mai stati, fate visita alla pasticceria De Bellis, rimarrete sicuramente colpiti dalla qualità e potrete gustare una millefoglie favolosa preparata direttamente davanti a voi!

Pasticceria De Bellis – Piazza del Paradiso 56/57 – 00186 Roma
Martedi-Venerdi: 12:00 – 0:00
Sabato: 10:00 – 0:00
Domenica: 10:00 – 20:00
Per altre info su questo ed altri eventi: 

CIAK SI CUCINA: il resoconto della puntata

Come vi avevo anticipato qualche giorno fa, lo scorso Venerdì 14 Giugno ho partecipato come concorrente alla puntata “Dolce & Salato” del format web-tv Ciak si cucina

CONCORRENTI: RAFFAELE PIGNATARO vs TAMARA D’ANDRIA
( FOOD BLOGGER E FASHION BLOGGER )
PARTNER FOOD : CASTRONI COLA DI RIENZO E VIA FRATTINA
PARTNER BEVERAGE: AZIENDA DE SANCTIS
MENU CONCORRENTI : PANBRIOCHES, TORTA TRIPLO CIOCCOLATO, LEMON CAKE
PIATTO PRESENTATO DALLA LOCATION : TORTA TAHITI, LIME LAMPONI E MOUSSE DI VANIGLIA
LOCATION : D’ANTONI E D’ANTONI VIA DINO PENAZZATO 83H
PASTRICHEF SUPERVISOR : ALESSANDRO FABBRI
COCKTAIL IN ESCLUSIVA PER CIAK SI CUCINA : EXOTIC BELLINI — presso Bar Pasticceria D’Antoni dal 1974.



Volete sapere come è andata? Continuate a leggere 😀

Sono arrivato alle 16, dopo aver impiegato quasi 2 ore causa traffico per lo sciopero dei mezzi pubblici, al bar pasticceria D’Antoni & D’Antoni.

Li ho subito trovato ad accogliermi la splendida Emy di Deacomunicazione Eventi e subito ci siamo diretti in laboratorio dove ho conosciuto il Pastry Chef Alessandro Fabbri: un professionista simpaticissimo e molto molto disponibile. 




Qualche chiacchiera per conoscerci meglio, dicendogli che non ero proprio “a digiuno” di impasti e dolci, e subito si da il via alle riprese: per me è stata la prima volta davanti ad una telecamera e quindi inizialmente ho avuto qualche difficoltà dovuta all’emozione quindi mentre parlavo toccavo oggetti, bancone e il povero regista ogni volta doveva fermare e dovevamo ripetere la scena 🙂 Però passato questo momento iniziale e dopo aver capito i “meccanismi” di una registrazione, tutto è filato liscio.

Abbiamo iniziato con la preparazione dell’impasto del Pan Brioche e subito ho potuto notare la qualità degli ingredienti che venivano usati dalla pasticceria: nessun mix di farine con aggiunte chimiche, nessun colorante artificiale ma uso di verdure per colorare la pasta, nessun miglioratore chimico. 

Devo dire di essermela cavata abbastanza bene con l’impasto anche perchè materia a me molto familiare 😀 

Dopo aver girato non mi ricordo più quante scene e aver terminato il panbrioche, e dopo 5 minuti di pausa per rinfrescarci visto che il laboratorio sembrava una sauna, come tutti i laboratori e cucine, abbiamo cominciato la registrazione per la preparazione del dolce: una torta al tripo cioccolato. Anche qui non era proprio la prima volta che affrontavo una preparazione del genere ma ero di sicuro meno esperto rispetto all’impasto ma grazie ai preziosi consigli dello Chef Alessandro Fabbri tutto si è svolto senza problemi



E’ poi arrivata la mia “avversaria”, Tamara D’andria, Fashion Blogger e Modella (trovate il suo blog qui), che oltre ad essere bellissima è anche simpaticissima 🙂 Presentazioni di rito e, sempre con l’aiuto dello Chef ha preparato, devo dire con tanta sicurezza e bravura, una splendida Lemon Cake.




Siamo quindi passati al momento della farcitura dei Panbrioche: ci sono stati messi davanti circa 20 ingredienti: salmone, prosciutto, salse di diverso tipo, gamberetti, agrumi, verdure etc e ognugno di noi ha dovuto farcire il proprio panbrioche secondo la sua fantasia. 

Ero indeciso se rimanere sul “semplice” oppure osare qualcosa di diverso, visto che non conoscevo la giuria che poi avrebbe mangiato e valutato, ma ho alla fine deciso di provare a stupire i palati ricorrendo all’uso di profumi e sapori degli agrumi: ho quindi ad esempio farcito uno strato con prosciutto, mascarpone e zeste di limone oppure uno strato con gaberetti, salsa rosa, insalata e fettine d’arancia oppure ancora maionese, salmone e succo di lime.



Abbiamo poi decorato le nostre torte e a quel punto è iniziata la puntata.



Io sono rimasto in disparte insieme ad alcuni amici e colleghi che erano venuti a supportarmi e intanto i giudici hanno degustato sia i pan brioche che i dolci. 

Confesso che per me la tensione era tanta, l’ansia da prestazione iniziava a sentirsi e ogni tanto buttavo un occhio al tavolo dei giudici per cercare di carpire uno sguardo disgustato, ma che per fortuna non c’è stato 😀

Photo: Giancarlo Fiori

Dopo un paio di ore, a votazione conclusa, alcuni tra i giudici si sono avvicinati a me e mi hanno fatto i complimenti, che mi hanno fatto rilassare un po… almeno fino al momento in cui mi hanno chiamato e mi hanno annunciato che: AVEVO VINTO!! 



In quel momento preso dall’emozione non ho realizzato bene cosa stava succedendo quindi ero un pò con la testa fra le nuvole, ma poi la felicità di aver superato questa piccola prova mi ha fatto godere pienamente di tutti i minuti successivi: i complimenti, l’intervista, le foto…

Photo: Giancarlo Fiori

Insomma, sono molto molto contento e ora mi aspetterà una nuova puntata per un altra sfida.. spero di fare bene anche li, voi continuate sempre a sostenermi da lontano.. non si sa mai che riesca a vincere fino alla fine e aggiudicarmi questo bellissimo premio: il corso professionale da chef dal valore di 3000€ presso la Italian Genius Academy

Permettetemi ora di ringraziare davvero tutti: Deacomunicazione Eventi, Emy, i titolari di D’Antoni & D’Antoni, il regista, il fotografo, la simpaticissima Tamara, lo chef Alessandro Fabbri, la giuria e tutti quelli che sono intervenuti!

Ci vedremo alla prossima puntata!
Potete trovare tutte le foto della puntata sulla pagina di CIAK SI CUCINA

E’ online il nuovo blog!

Oggi un post piuttosto breve: come potete già vedere è online la nuova grafica del blog! 🙂

Quella vecchia mi stava un po stretta e non mi piaceva più così oltre a mettermi a personalizzare un template migliore mi sono rivolto anche ad una persona bravvisima che mi ha realizzato i vari elementi grafici del logo e dell’header, e voglio ringraziarla per la pazienza che ha avuto 🙂  

Si tratta di Luna de “I Pasticci di Luna“, passate a trovarla! 

Grazie Luna!

E voi, fatemi sapere se il nuovo design vi piace e scusatemi fin da ora se qualcosa non funzionasse a dovere, nel giro di poche ore sarà tutto come prima.

Grazie e buona giornata!

CIAK SI CUCINA! C’è sempre una prima volta!



Annunciazione, Annunciazione! 🙂


Comunico a tutti che il sottoscritto, il prossimo 14 Giugno, parteciperà come concorrente al nuovo format web/tv CIAK SI CUCINA di DeaComunicazione Eventi!


Il programma prevede diverse puntate dove ogni volta si svolgerà una sfida tra 2 appassionati di cucina, un uomo ed una donna, in location diverse, e con temi sempre differenti. 


Nella puntata del 14 Giugno, dove ci sarò come concorrente, il tema sarà “Dolce & Salato”


Un programma che ha lo scopo di promuovere il territorio Laziale,i suoi prodotti e le sue eccellenze imprenditoriali. 


Le puntate saranno poi trasmesse sul canale Web di DeaComunicazione Eventi e per il concorrente più bravo ci sarà la possibilità anche di vincere una borsa di studio del valore di 3.000€ presso la Italian Genius Academy


La sfida “Dolce & Salato” si svolgerà a roma presso il “Bar Pasticceria D’Antoni” e chiunque vuole potrà venire ad assistere alle registrazioni e gustare l’aperitivo ricco di delizie (finger food, pasticceria salata, golosissimi desserts di produzione artigianale, costo 8€ drink compreso)

E’ la mia prima volta in una “competizione” e quindi sono un po’ emozionato, ma sono sicuro che in ogni caso sarà una bellissima esperienza.


Quindi vi aspetto Venerdì 14 GIUGNO dalle ore 19:00 presso D’Antoni e D’antoni in Via Dino Penazzato 83H, 00177 Roma. E se siete lontani o non potete venire a vedermi allora… auguratemi buona fortuna 😉


Qui sotto trovate il PROMO del programma e il comunicato stampa 🙂


DEACOMUNICAZIONE EVENTI 
PRESENTA
              

                        



Il nuovo format web/tv per tutti gli amanti della buona cucina 
In collaborazione con Italian Genius Academy – Accademia di alta cucina italiana –

Un progetto  nato per promuovere la cultura della buona tavola e non solo: promozione del territorio, aziende locali, splendide locations ed una giuria d’eccellenza ad ogni puntata.
Gli ingredienti saranno proprio loro: i giovani , che tra una sfida e l’altra, metteranno a dura prova le loro abilità ai fornelli. 
Lavorare in cucina e raggiungere progressivamente un livello di sempre maggiore raffinatezza e creatività, rappresenta dunque una passione condivisa da giovani e meno giovani: trasmissioni televisive di successo, libri che si mantengono costantemente in cima alle classifiche di vendita, siti internet e forum i cui utenti condividono ricette, confermano appunto che il mondo della cucina appassiona persone di tutte le età e può diventare, per alcuni, una professione affascinante e remunerativa.
Una giuria di noti professionisti del settore, (manager, chef, food blogger e giornalisti) selezionerà di volta in volta , il cuoco più promettente che vincerà una borsa di Studio del valore di 
3.000 euro.
RIFERIMENTI PER  AZIENDE E LOCATIONS INTERESSATE ad ospitare la puntata : DEACOMUNICAZIONE@GMAIL.COM

RIFERIMENTI per concorrenti, giurati, esperti food/beverage : CIAKSICUCINA@GMAIL.COM 

Infoline Deacomunicazione Eventi Tel. 342 52.32.523



Il video promo




Ho vinto il “Very Inspiring Blogger Award”

E’ stato un vero piacere ricevere all’improvviso questo “premio”




Mi è stato assegnato dal blog “Cucinare e Viaggiare che passione” insieme ad altri blog “promettenti”, con l’impegno di premiare a mia volta altri 15 blog con meno di 200 follower, in modo da far conoscere chi merita visibilità.




Quindi se avete un blog con meno di 200 follower, scrivetemi pure e vi terrò in considerazione tra i possibili vincitori! 🙂

Accetterò le candidature fino al 15 Giugno 🙂

Sono tornato :)

Il mio ultimo post risale a dicembre del 2011. Una eternità di tempo.

Dove sono finito?

E’ lungo da raccontare…

Pochi giorni dopo è entrata a far parte della mia vita una meravigliosa palla di pelo che mi ha assorbito tutto il tempo e le energie.

Poi il trasloco, poi la collaborazione con una associazione per dei corsi.. insomma.. sono stato parecchio preso 😀

Ma dentro di me avevo sempre la voglia di riprendere questo blog, specialmente ora che mi sono appassionato ancor di più ai lievitati.

Quindi senza dilungarmi troppo, vi dico.. sono tornato!!!

Proverò a trasmettere, come fatto in precedenza, non solo semplici ricette fatte di elenchi di ingredienti e procedimenti, ma anche quelle tecniche, quei trucchi e, perchè no, quelle spiegazioni “scientifiche” che stanno alla basa della realizzazione di un ottimo piatto, pane, dolce o pizza.


Warning: A non-numeric value encountered in /homepages/4/d824078217/htdocs/clickandbuilds/IlCrudoeIlCotto/wp-content/plugins/td-composer/legacy/common/wp_booster/td_page_generator.php on line 964
IL TUO CARRELLO
//
Il carrello è vuoto

Se vuoi acquistare qualche corso o corso online:

Clicca qui per l'elenco dei CORSI ONLINE

Clicca qui per l'elenco dei CORSI IN PRESENZA in tutta italia
0
//