Pane Bianco allo Yoghurt

36
6188

Oggi voglio proporvi la ricetta per un pane “in cassetta” ma di consistenza e sapore completamente diversi dal classico “pancarrè” (anche per quello a breve la ricetta…): la consistenza è simile a quella di un pan brioche o del classico “pan bauletto” che comprate al supermercato (e anche in questo caso.. leggete la lista ingredienti e inorridete pensando a quello che mangiate…), il profumo e il gusto sono molto neutri quindi perfetto per usarlo per preparare dei deliziosi “panini” da portarsi a lavoro o in spiaggia!

La ricetta è molto molto semplice, e vedrete che con pochissimo tempo e pochissimo sforzo si può realizzare un pane davvero utilissimo in molte occasioni. Inoltre lo potete congelare già a fette in modo da averlo sempre pronto quando serve!

Anche in questo caso la ricetta è per la dose da 1kg, per uno stampo da pancarrè da 10x10x30 cm. Potete ovviamente usare anche uno stampo da plumcake, l’importante è che sia abbastanza grande da contenere comodamento l’impasto e permettergli il giusto sviluppo. Se fosse troppo piccolo, fate le debite proporzioni.

In questo caso però, se avete lo stampo da pancarrè, lo cuoceremo comunque senza coperchio, per fargli venire la classica forma “a cupola”

Quindi passiamo subito alla ricetta!

Difficoltà: MEDIA    –    Tempo di preparazione: 15 minuti impasto +  lievitazione + 40 minuti di cottura

INGREDIENTI
(per uno stampo da 1kg)

Con Lievito di Birra
500g farina “0” per pane (io ho utilizzato Mulino Marino)
125g latte intero
125g yoghurt bianco magro
50g olio extravergine
15g zucchero
15g sale
15g di malto o miele
15g di lievito di birra fresco (panetto)

Con Pasta Madre solida
120g di Pasta Madre
380g farina “0” per pane (io ho utilizzato Mulino Marino)
125g latte intero
125g yoghurt bianco magro
50g olio extravergine
15g zucchero
15g sale
15g di malto o miele

Con Pasta Madre Liquida (idratata 130%)
100g di Pasta Madre liquida
440g farina “0” per pane (io ho utilizzato Mulino Marino)
100g latte intero
125g yoghurt bianco magro
50g olio extravergine
15g zucchero
15g sale
15g di malto o miele

PROCEDIMENTO

Mischiate latte e yoghurt molto bene, aggiungete lo zucchero e il malto e fate sciogliere il lievito in questo liquido (ovviamente nel caso di uso di Pasta Madre questa deve essere usata già pronta dopo circa 3 ore dal rinfresco)

Aggiungete il liquido con il lievito alla farina e iniziate ad impastare. L’impasto inizialmente si presenterà molto asciutto ma quando vedrete che non rimane più farina “libera”, aggiungete l’olio e il sale continuate ad impastare fino a quando l’impasto non sarà liscio ed omogeno.

Trasferite l’impasto sulla spianatoia infarinata e continuate a lavorarlo per un paio di minuti. Formate una palla e mettete a riposare, coperta da una ciotola, per 1h.

Trascorso questo tempo schiacciate l’impasto come a formare un rettangolo con il lato corto verso di voi, e iniziate la procedura di formatura.

Dovrete creare un “filone” lungo un pò di più del doppio dello stampo.

Iniziate quindi ad arrotolare l’impasto su se stesso dalla parte più lontana a voi, come se si volesse creare un salsicciotto ma, ad ogni giro di “arrotolatura” schiacciare bene con le dita la chiusura, in modo da dare struttura e forza al filone.

(le seguenti foto si riferiscono all’impasto del pancarrè, ma il metodo è identico)

Formato il filone, tagliatelo in due, e attorcigliate insieme i due filoni, per poi disporre questa “treccia” nello stampo, che avrete preventivamente unto con un pò di burro.

Coprite con pellicola e mettete a lievitare fino a quando l’impasto non supererà i due terzi dello stampo.

Se volete essere sicuri della lievitazione, usate il solito trucchetto: staccate una pallina di impasto, mettetela in un bicchiere di acqua a temperatura ambiente e quando la pallina salirà a galla, significa che sarete pronti per infornare 🙂

Quando sarà pronto, spennellate la superficie abbondantemente con il latte e  infornate nel forno preriscaldato a 200° per circa 20 minuti.

Trascorso questo tempo, spennellate nuovamente di latte, abbassate il forno a 180° e continuate la cottura per altri 20 minuti circa.

Se la superfice dovesse colorire troppo, copritela con un foglio di alluminio.

Sfornate, lasciate raffreddare 5 minuti e poi toglietelo dallo stampo, facendolo raffreddare su una griglia per almeno 6 ore.
A quel punto potrete affettarlo, consumarlo per un favoloso panino con insalata, tonno e pomodoro, oppure congelarlo per la prossima volta!

Print Friendly
  • Altro che Antonio Banderas 😉

    • Giusto Francesca! 😀

    • Confermo ed approvo!
      =) tu hai il pulcino Pio (nascosto) e lui la gallina Cesarina!!
      Pat

  • Anonymous

    Bellissimo!Grazie per aver messo le varie versioni per le diverse tipologie di lievito.
    Paola.

  • Ciao! Io l’ho provato ed è un sacco più buono di quello comprato! Grazie x la ricetta! Mi chiedevo…se volessi usare la farina ai sette cerali, con il lievito madre, devo smistarla con la farina bianca oppure posso usare quella interamente?

    • Ciao Rossella, se la farina è integrale avrai bisogno di aumentare un pò l’acqua e, a seconda della forza del tuo livito, potresti aver bisogno di aggiungere un pò di più.

    • io comunque ti consiglio, se è integrale, di fare metà con quella bianca perchè comunque con l’intgrale contenendo tanta fibra non potrà mai venirti sofficie come con solo farina bianca

  • Ho provato ieri la ricetta e questa mattina lo abbiamo gustato a colazione…buonissimo e super soffice!Grazie!L’ho pubblicato con foto e relativa fonte sul mio blog.
    Buona domenica!

    • Grazie Elisa, sono contento che vi sia piaciuto!

  • l’anno scorso mi ero data al lievito madre liquido, poi ho dovuto abbandonarlo… quando vedo lievitati del genere, mi vien voglia di ricominciare!
    proverò la versione col lievito di birra, sembra una piuma e mi sembra perfetto per le colazioni estive e rilassate 🙂

    • Valentina, prova anche a rifare il lievito liquido, è di gestione facilissima, io lo lascio anche 6 mesi senza toccarlo nel frigo!

    • sei mesi? io al massimo l’ho abbandonato per tre settimane. ho deciso di smettere perchè avevo un periodo lungo all’estero e non sapevo a chi “affidarlo”, ma vorrei tanto riprovare…

    • Riprovaci, ne vale veramente la pena! Se ti dovessero servire consigli chiedi pure 😉

  • Meraviglioso!!!lo devo fare!!!!grazie per la ricetta..

  • ho fatto questo pane con il mio licoli , fantastico ! per ora lo abbiamo gustato a colazione con burro e marmellata di albicocche . grazie .

  • Fabiana

    Buongiorno Raffaele ho già fatto questo pane diverse volte ed è buonissimo ma volevo sapere se lo facessi nello stampo chiuso (tipo pan carrè) comprometto qualcosa? grazie buona giornata!!!!!

  • ti ringrazio tantissimo per questa bellissima ricetta! la farò sicuramente con il lievito madre..posso chiederti per cortesia di indicarmi quale è esattamente la farina 0 di mulino marino?..ne ho ordinate diverse (buratto, sfarinato, manitoba) ma la 0 non riesco a trovarla..grazie mille e complimenti!!

  • Ciao Raffaele, vorrei sapere se questa ricetta nelle quantità è giusta per il classico stampo da plum cake.

    • Ciao Anna, io ho usato uno stampo da pancarre, secondo me puoi usare quello da plumcake ma rischi che lievitando esca fuori dal bordo in cottura, devi fare qualche prova…

    • oggi ho fatto la prova seguente: ho riempito lo stampo da plum cake fin quasi all’orlo con acqua e ne ho misurato il peso. Mi dava poco più di 1 kg.
      Secondo te questo prova “scientificamente” che posso usarlo per contenere le quantità da te descritte? Diversamente, non saprei proprio come riproporzionare le quantità e soprattutto come controllare il punto esatto di lievitazione.

  • Ricetta fantastica, grazie, spero non ti dispiaccia, ho messo la ricetta anche nel mio blog http://vogliadicucina.blogspot.it/2014/02/pane-bianco-allo-yogurt.html

  • fiorella

    da fare al piu’ presto! grazie

    • ilcrudoeilcotto

      Vedrai che è ottimo! Sia per il dolce che per il salato 🙂

  • paola

    GRAZIE!!!!! I miei bimbi sarebbero felici di questa meraviglia!!!! Io non ho lo stampo per il pane però. Mi chiedevo se fosse possibile farlo in uno stampo da plumCake???? Il mio è da 30.5 cm.

    • ilcrudoeilcotto

      Si certo che puoi usare lo stampo da plumcake 🙂

  • Benedetta Aprile

    L’ho fatto due volte! ! È magnifico, non ci dura due giorni! ! Io con pm solida

    • Benedetta Aprile

      volevo anche chiederti: arrotolare i due filoni ha una ragione pratica o è solo un fatto estetico?

      • ilcrudoeilcotto

        No, la ragione è che arrotolandoli si riduce il rischio che in cottura il pane sviluppi alveoli troppo grandi o lieviti di più in alcuni punti.

        • Benedetta Aprile

          grazie!

  • loredana

    Ciao Raffaele… Io ho fatto questa ricetta ma l’impasto è venuto molto duro tanto ke ho dovuto aggiungere un po di latte… Come mai??

    • ilcrudoeilcotto

      probabilmente hai usato una farina troppo forte, prova a usare una farina più debole o semplicemente aumenta il latte come hai già fatto.