Polpette al pomodoro

10
2026


Tutti hanno nel cuore piatti preferiti, a volte solo uno, a volte numerosi. Il mio caso è il secondo: nel cuore (e nel mio libro di fogliettini pieni di appunti e ricette) ci sono una miriade di piatti che mi portano indietro nel tempo: piatti semplici, di tradizione, e soprattutto che mi ricordano gli anni passati con mia nonna che li preparava e io la osservavo.
Ecco, le polpette al pomodoro sono uno di quei piatti che mia nonna mi preparava quando voleva farmi felice. Ne preparava tantissime, perchè poi le conservava in frigo e il giorno dopo ci faceva gli spaghetti…
Sono anni che ogni tanto me le preparo, specialmente quando sento “nostalgia” di quei tempi, di quando ero bambino e spensierato e osservavo il mondo con gli occhi dell’innocenza.

Difficoltà: facile   –   Preparazione: 10 minuti   –  Cottura 1h circa

INGREDIENTI
(per circa 20-30 polpette, a seconda delle dimensioni)
800g di macinato di manzo
200g di macinato di maiale
200g di pane in cassetta o pancarrè
3 uova
30g di parmigiano grattugiato
30g di pecorino romano grattugiato
2 cucchiai di pangrattato
1 cucchiaino di origano
1 cucchiaino raso di pepe
qualche fogliolina di basilico
2lt di salsa di pomodoro
500g di acqua
1 bicchiere di latte
mezza cipolla
sale e olio EVO

PREPARAZIONE
In una capiente ciotola mischiate i due tipi di carne. In una ciotola diversa spezzettate a pezzi piccolissimi il pane e bagnatelo con il latte. Impastatelo bene con le mani fino a trasformarlo in un impasto, strizzatelo bene dall’eventuale latte in eccesso e unitelo alla carne. Unite anche le uova, il parmigiano, il pecorino, il pangrattato, l’origano, il pepe e il sale.
Impastate ora con le mani molto bene per amalgamare tutti gli ingredienti. L’impasto dovrà presentarsi compatto ma non eccessivamente duro. Tenete da parte in frigorifero.
In una capiente padella disponete un filo di olio EVO e mezza cipolla tritata finemente. Fate rosolare a fiamma bassa per qualche minuto e poi aggiungete la salsa di pomodoro e mezzo litro d’acqua. Aggiustate di sale e fate cuocere a fiamma vivace per circa 15 minuti.

Abbassate la fiamma, prendete l’impasto dal frigorifero e formate tante piccole polpette (a me piacciono abbastanza piccole, poco più grandi di una noce) arrotolandole molto bene tra le mani e disponendole nella padella con il sugo. Terminate le polpette, lasciate cuocere per circa 30-40 minuti a fuoco dolcissimo, senza però girarle se non dopo almeno 10 minuti per evitare di sfaldarle. Saranno pronte quando la salsa sarà molto densa.

Spegnete la fiamma, aggiungete abbondante basilico spezzettato con le mani e servite calde o, meglio ancora, tiepide con abbondante sugo.

Print Friendly, PDF & Email
  • Ely

    Si vede tutto il sentimento che hai messo in queste polpettine.. che hanno proprio un aspetto tenero e malinconico, come i dolci ricordi che pungono dentro, che commuovono e riportano qui, accanto a noi, angeli volati in cielo. Il tempo è passato, ma la nonna resta. E’ li con te, così come quei tuoi occhietti che guardavano il mondo con innocenza.. i cuori puri non la perdono mai. Basta solo scostare quel velo grigio che il mondo, purtroppo, crescendo ci dipinge dentro. Sei grande, Raffo. E questa ricetta è buonissima, davvero. Un abbraccio stretto <3

    • Grazie per il pensiero Ely, la nonnina anche se molto anziana è ancora viva 😀 ma purtroppo vive molto lontano da me 🙁

    • Ely

      Allora sentila nel cuore, perchè lì non è mai lontana.. e sebbene i tuoi impegni e la vita ti portino lontano da lei, anche lei sa che non te ne sei mai, mai andato. Un bacio a te e al tuo meraviglioso angelo. <3

  • Caro Raf, devi sapere che io sono una polpetta – addicted come si dice ora 😀 Mangerei polpette tutti i giorni e in tutti i modi, le adoro! Quelle al sugo sono di una bontà unica, anche la pasta condita così… mammamia, che acquolina! E le tue sono invitantissime, complimenti 🙂 Anche la mia nonna le preparava spesso, poi mia madre… a me piacciono accompagnate da tante patatine fritte (fatte in casa, ovviamente 😀 ) Bacioni e buona serata 🙂

  • Ciao, in abbinamento a questo gustoso piatto, proporrei un vino rosso giovane e di medio corpo, come un Dolcetto d’Alba.
    Oltre al blog, ho anch’io una pagina fb, se ti va, passa a trovarmi: https://www.facebook.com/Enoitaca

  • anche per me le polpette sono un piatto del cuore, profumano di casa e mettono in pace col mondo 🙂
    e poi la scarpetta nel loro sugo è qualcosa di impagabile!

  • Come ti capisco, adoro i piatti evocativi e nostalgici. La poesia nel piatto. In un piatto semplice ma buono.
    Ciao Raffaele, da oggi sarà per me un piacere seguirti.
    Se ti va, passa a trovarmi!
    Un abbraccio
    Lore
    de L’Angolo delle Ghiottonerie
    http://angolodelleghiottonerie.blogspot.it/