Arista alla senape con peperoncini dolci, chips di radicchio e salsa di patate e salvia

2
1307

Quella che vi presento oggi è una ricetta che, a dispetto del nome, è davvero semplice. Basterà curare un pò l’impiattamento per fare un vero figurone da “super-chef” con i vostri ospiti.

Un piatto anche molto economico, visto il tipo di carne, l’Arista, che io adoro sia per il suo sapore sia per il suo basso costo.

La ricetta è completa dal punto di vista dei sapori e delle consistenze: il tenace dell’arista, il croccante del radicchio, il morbido dei peperoncini e il liquido della salsa di patate e salvia. A livello di sapori abbiamo il leggermente acido della senape, il dolce dei peperoncini, l’amaro del radicchio e il fresco della salvia.

Insomma, secondo me non gli manca niente 🙂

Quindi passiamo subito alla ricetta

Difficoltà: media – Tempo di preparazione 20 minuti

INGREDIENTI
(per 4 persone)
4 Fettine di Arista di Maiale
4 cucchiai di Senape di Digione
4 patate medie
500g di Peperoncini Verdi dolci
4 foglie di Radicchio
100g di Farina 00
Acqua (quanto basta)
Olio per friggere
Olio extravergine di oliva delicato
10 foglioline di salvia
sale e pepe
zucchero

PREPARAZIONE

Pelate le patate, tagliatele a piccoli pezzi in modo da farle cuocere velocemente, e tuffatele in una pentola con acqua in ebollizione. Quando saranno cotte, molto morbide, scolatele.

Versatele nel bicchiere del frullatore ad immersione, aggiungente un po di acqua calda e cominciate a triturarle mentre versate un pò di olio a filo. Se necessario aggiungete altra acqua calda (la stessa dove avete cotto le patate) in modo da ottenere una consistenza piuttosto liquida, un pò più liquida di uno yogurt. Tritate la salvia molto fine e aggiungetela alla salsa mescolando bene. Mettete da parte.

Nel frattempo tagliate le fettine di arista in pezzi regolari, io ne ho usati due per persona, cercando di ridurre al minimo lo scarto. Massaggiate la carne da entrambi i lati con il sale ed un pizzico di zucchero. Lasciate riposare 2 minuti e poi cospargete i pezzi da entrambi i lati con la senape, massaggiandoli bene per farla aderire e penetrare nella carne. Mettete da parte.

Tagliate il picciolo ai peperoncini dolci, apriteli a metà ed eliminate tutti i semi. Tagliate i peperoncini a pezzi piccoli e fateli soffriggere per qualche minuto in una padella dove avrete messo un filo d’olio extravergine ed uno spicchio d’aglio in camicia schiacciato. Aggiustate di sale, rimuovete lo spicchio d’aglio, e versate poca acqua calda. Coprite e lasciate cuocere per circa 5 minuti, fino a quando non saranno morbidi, aggiungendo altra acqua se fosse necessario.

Prendete le foglie di radicchio, tagliate dei pezzi quadrati o rotondi, passateli in una pastella molto liquida che avrete realizzato semplicemente mischiando acqua e farina e friggeteli per qualche secondo in olio per frittura ben caldo, fino a quando non diventeranno dorati. Scolate su carta assorbente per farli rimanere croccanti.

Ora mettete sul fuoco una piastra in ghisa (oppure una padella antiaderente, va bene lo stesso) e fatela diventare ben calda . Pulite i pezzi di Arista dalla senape in eccesso passandoli velocemente sotto l’acqua corrente e poi fateli cuocere sulla piastra. Ponete attenzione perchè cuoceranno in davvero pochissimi istanti visto che già la senape e il sale hanno iniziato la “cottura” (dipende anche dallo spessore) e se cuocete troppo rischiate che diventino immangiabili.

Impiattate quindi disponendo al centro del piatto i peperoncini verdi (che avrete prima un pò asciugato dall’olio in eccesso passandoli in un po di carta assorbente), i pezzi di arista appena cotti, la chip di radicchio e terminando con un giro di salsa di patate e salvia.

Decorate con qualche pezzettino di radicchio e una fogliolina di salvia per dare maggior colore al piatto.

Servite subito e buon appetito!

 

Print Friendly
  • Ciao Raf 🙂 Questo è un piatto da 10 e lode, sei bravissimo! Il gioco di consistenze è proprio ciò che mi fa impazzire e poi quei sapori sapientemente abbinati… super! Complimenti e un bacione 🙂 :**