mercoledì, Giugno 23, 2021
Home Tags Contest

Tag: Contest

Mousse di ricotta con anguria e gamberetti marinati al balsamico

Oggi vi propongo una ricetta fingerfood velocissima, con un accostamento particolare ma che farà un figurone ad un aperitivo estivo proprio per i suoi colori e per l’accostamento di gamberi e anguria, davvero da provare!

Una piccola nota sull’uso, in generale, di pesce e crostacei crudi: ricordate sempre il rischio Anisakis e altri parassiti! So perfettamente che mangiare pesce curdo oltre che “di moda” piace di più perchè ne mantiene tutto il gusto, però è estremamente pericoloso. 
Per il momento non sono stati riportati casi di Anisakis in crostacei e molluschi, ma andrebbe sempre prestata attenzione.
Quindi, se proprio decidiamo di mangiare presce crudo assicuriamoci che abbia subito un adeguato trattamento termico (surgelato a temperature molto basse per diverse ore) oppure lo compriamo già congelato. Per farlo “a casa” servirebbe tenerlo in congelatore almeno una settimana, poco pratico. C’è da dire che la legge italiana prevede che il pesce fresco venduto al dettaglio deve essere preventivamente sottoposto al trattamento in abbattitore, quindi il pesce che comprate in pescheria dovrebbe essere sicuro a meno che, ovvio, non si muova ancora…


Difficolta: Facile    Preparazione: 5 minuti + 30 minuti per la marinatura

INGREDIENTI
(per 8 piattini piccoli)
250g di ricotta
50g di panna
sale e pepe + la buccia grattuggiata di mezzo limone

aceto balsamico
qualche fogliolina di menta
8 gamberi piccoli o gamberetti
mezza fetta di anguria

PROCEDIMENTO

Iniziamo preparando i gamberi (io per comodità ho usato quelli surgelati) Facciamoli scongelare e lasciamoli a marinare per mezz’ora in olio, sale, pepe, qualche cucchiaio di aceto balsamico e qualche fogliolina di menta.

Prendiamo la ricotta e setacciamola in un colino a maglie strette. A parte montiamo la panna fredda di frigorifero ben ferma. Uniamo ora la ricotta setacciata e la panna con movimenti dal basso verso l’alto per non smontare la panna e inseriamola in una sac-a-poche che utilizzeremo per riempire di mousse i piattini da fingerfood o le coppette.

Adagiamo ora sulla sommità della mousse un dadino di anguria, qualche gamberetto, una fogliolina di menta.


Come vi dicevo: facilissima e velocissima. Buon appetito 🙂

Con questa ricetta partecipo al contest “Ricette e Ricotta” di Cappuccino & Cornetto in collaborazione con La Tramontina 

Zucchine ripiene di riso allo zafferano, con pancetta e pomodori secchi

Ci siamo tanto lamentati dell’estate che non arrivava che ora è arrivata tutta così all’improvviso e a me, personamente, inizia a passare anche la voglia di stare ore a cucinare.

Ecco perchè sto cercando di trovare ricette che prevedano il minor tempo possibile dietro ai fornelli, che possano essere preparate in anticipo, magari di sera o di mattino prestissimo quando fa più fresco, e mangiate anche fredde.

Ecco quindi che vi presento un piatto che in realtà è veramente di semplice esecuzione: sfizioso, gustoso, colorato, e che può essere mangiato freddo e che richiede poco tempo ai fornelli.

Ottimo come secondo ma anche come aperitivo non è male 🙂


Veniamo quindi subito alla ricetta


Difficoltà: Facile   –   Preparazione: 15 minuti



INGREDIENTI 
(per 4 persone)
4 zucchine diritte
200g di Riso Arborio CURTIRISO
1 uovo
50g di pancetta a dadini
2 pomodori secchi
2 cucchiai di pangrattato

1 bustina di  zafferano
1 bicchiere di vino bianco

Timo
Erba Cipollina
1 scalogno piccolo
Olio extravergine di oliva, sale, pepe


PROCEDIMENTO

Mettere a bollire l’acqua, nel frattempo sciacquare bene il riso sotto l’acqua per eliminare l’amido in eccesso.

Lavare e tagliare le zucchine eliminando la parte inziale e finale e dividendole in due parti di circa 5-7cm di lunghezza. Con un coltello scavare l’interno senza romperle e conservarne la polpa. 

Versare le zucchine così scavate per 3-4 minuti nell’acqua bollente e poi scolarle e farle raffreddare.

Versare ora lo zafferano nell’acqua in ebollizione e poi il riso e portare a cottura.

Nel frattempo in una padella versiamo un filo di olio evo e qualche fetta di scalogono tritato finemente. Quando lo scalogno inizierà ad appassire, uniamo i dadini di pancetta e facciamoli colorire per un paio di minuti, aggiungiamo quindi la polpa di zucchine tritata molto finemente e sfumiamo con abbondante vino bianco. Quando il vino sarà evaporato uniamo anche una generosa quantità di foglioline di timo e di erba cipollina tritata, e il pomodoro secco precedentemente tritato molto fine. Copriamo con un coperchio, abbassiamo la fiamma e facciamo cuocere per circa 10 minuti. Se dovesse asciugarsi troppo possiamo allungare con un pò di acqua. Il composto sarà pronto quando la polpa di zucchine potrà essere facilmente schiacciata con una forchetta. 

Scoliamo il riso abbastanza al dente e passiamolo immediatamente sotto acqua fredda per fermarne la cottura e rimuovere l’amido in eccesso. 

Unire in una terrina il riso e il composto di polpa di zucchine ormai intiepidito, l’uovo, il pangrattato e una macinata di pepe. Non saliamo il composto perchè già pomodori secchi e pancetta sono molto salati. Mischiamo bene con un cucchiaio e poi riempiamo le zucchine con il composto.

Disponiamo le zucchine su una teglia rivestita con cartaforno, innaffiamo con olio evo e qualche rametto di rosmarino ed inforniamo a 200° per 10 minuti circa, fino a quando le zucchine non saranno cotte (dovranno essere morbide ma non “sfatte”.)

In alternativa se non vogliamo usare il forno perchè fa troppo caldo, mettiamo le nostre zucchine ripiene in una padella con un mestolo di brodo vegetale leggero, copriamo con un coperchio e portiamo a cottura a fiamma bassa.



Con questa ricetta partecipo al contest “Chicchi di gusto” di “La Cucina Italiana

























Tortine soffici di ricotta e profumi d’arancia

Uno dei messaggi che cerco di far passare in ogni momento, anche durante i miei corsi, è quello che una delle cose fondamentali per la riuscita di una qualsiasi ricetta è la qualità degli ingredienti: lavorare con ingredienti freschi e di alta qualità garantisce risultati eccezionali e sapori eccellenti tanto più è semplice la ricetta.

La ricetta di questo dolce che vi propongo oggi è fatta con pochi ingredienti ma sopratutto con la ricotta che, essendo presente in quantità elevata, dovrà necessariamente essere di ottima qualità.

Lasciate perdere le ricottine che trovate al supermercato.. le varie santa lucia, galbani etc.. provate una ricotta di qualità e poi converrete con me che fino a ieri avete mangiato qualcosa che come gusto si avvicinava di più al cartone bagnato che al latte 🙂

Per fortuna alcuni supermercati e grandi catene si stanno attrezzando anche con prodotti di qualità superiore ma non dimenticate che sicuramente nella vostra zona esisterà un caseificio artigianale, una fattoria che produce a km0, un supermercato biologico.. insomma oggi è abbastanza facile trovare prodotti buoni, bisogna avere solo la voglia di farlo!

Così, con la voglia di partecipare al contest di Cappuccino & Cornetto “Ricette e Ricotta” in collaborazione con La Tramontina ho iniziato a pensare a qualcosa che potesse valorizzare al massimo il sapore di una ottima ricotta

Ho quindi deciso di realizzare delle tortine monoporzione dal gusto delicato ma goloso grazie alla presenza dell’arancia, inoltre perfette per terminare un pasto in terrazzo visto che sono freschissime e morbidissime grazie al pan di spagna dalla lavorazione particolare.

Entrambe le preparazioni derivano dalla famosa torta ricotta e pere di Sal De Riso, io ho ovviamente apportato delle variazioni 😉

La ricetta non è delle più semplici, in particolar modo il pan di spagna richiede un pò di attenzioni, ma nulla di impossibile se vi attenete scrupolosamente alle indicazioni.

 Non vi fate spaventare dalla lunghezza o dai tanti passaggi.. è più semplice di quanto può sembrare, bisogna solo cercare di organizzarsi con i tempi.

E come al solito, se avete dubbi, chiedete pure! 🙂



Difficolta: media/difficile  – Preparazione: 1h circa

INGREDIENTI
(per 4 persone)

Per il Pan di Spagna alle mandorle:
65g di Zucchero Semolato
150g di Uova intere
90g di Mandorle dolci
30gr di Farina 00
50gr di Burro di ottima qualità

Per la farcitura di ricotta
450g di Ricotta vaccina di ottima qualità
150g di Panna Fresca
150g di Zucchero Semolato
i semini di mezza bacca di vaniglia
la buccia di 1 arancia grattuggiata (usate quelle non trattate!)

Per la bagna
100g di acqua
50g di zucchero semolato
1 cucchiaio di rhum

Per la salsa all’arancia
400ml di succo d’arancia filtrato
130g di zucchero semolato
30g di burro di ottima qualità
30g di maizena o amido di mais


PREPARAZIONE

Pan di spagna:
La prima cosa da fare è mettere le uova a temperatura ambiente se siete soliti conservarle in frigo. Questo ci aiuterà nel montare il pan di spagna.
 
Tostare per 2-3 minuti le mandorle nel forno a 250°. Fatele poi raffreddare e mettetele in freezer per almeno 1h.  Questo impedirà alle mandorle di rilasciare il loro olio naturale durante la macinazione. Metterle ora in un tritatutto o mixer insieme alla farina e riducete tutto in polvere abbastanza fine.

Fondiamo ora il burro a bagnomaria o al microonde facendo però attenzione a non scaldarlo troppo

Mettiamo ora le uova nella ciotola della planetaria o in una ciotola qualsiasi se useremo il frullino elettrico, uniamo lo zucchero, e cominciamo a montare ad alta velocità. Dovremo montare per almeno 5-7 minuti, comunque fino a quando il composto, se preso con un cucchiaio e versato sulla restante montata nella ciotola, non rimarrà in superfice per almeno 3 secondi. In gergo tecnico si dice che “scrive”. Se invece affonda quasi subito allora bisognerà continuare a montare.



Intanto preriscaldiamo il forno a 180°

Quando la montata sarà pronta aggiungiamo il composto mandorle e farina e mescoliamo delicatamente dal basso verso l’alto. Ora aggiungere il burro fuso e continuare ad amalgamare sempre dal basso verso l’alto, facendo sia attenzione a non sgonfiare troppo la massa sia a non lavorare troppo a lungo.

Versiamo il composto in una tortiera spennellata con burro fuso e leggermente infarinata. Non versate più di 2cm di composto, eventualmente usate una tortiera più grande o due tortiere.

Infornate per circa 10-15 minuti controllando la cottura con uno stecchino. 

 Sforniamo, lasciamo intiepidire e poi togliamo delicatamente dallo stampo facendo attenzione perchè questo pan di spagna è davvero morbidissimo e delicato


Farcitura alla ricotta
Scoliamo la ricotta e, sempre con il frullino elettrico o la planetaria con la frusta, lavoriamola con lo zucchero, la vaniglia e la buccia d’arancia per qualche minuto fino a che non assume l’aspetto di una crema. In una altra ciotola montiamo la panna fredda di frigorifero e poi uniamo i due composti con movimenti delicati dal basso verso l’alto.
Mettiamo in frigo a rassodare


Salsa all’arancia
In un pentolino versiamo l’amido di mais e poi a filo il succo di arancia ben filtrato, mescolando di continuo per non far formare grumi. Mettiamo il pentolino sul fuoco, aggiungiamo subito lo zucchero ed il burro e continuiamo a mescolare per alcuni minuti fino a quando non vedremo che la salsa inizierà ad addensarsi.
Spegniamo il fuoco e facciamo raffreddare sempre mescolando

Bagna
In un pentolino versiamo l’acqua e lo zucchero, portiamo sul fuoco e mescoliamo fino a quando non inzierà il bollore. Attendiamo che si intiepidisca e versiamo il cucchiaio di rhum


COMPOSIZIONE 

Con l’aiuto di un coppapasta, tagliamo i dischetti di pan di spagna. 
I dischetti dovranno essere alti al massimo mezzo centimetro, per questo una volta tagliato con il coppapasta il disco dal vostro pan di spagna, dovrete tagliarlo a metà o in 3 dischi sottili, con l’aiuto di un coltello.

Se l’operazione vi risultasse difficile fate allora congelare il pan di spagna e tagliatelo da ancora congelato, sarà molto più semplice 🙂
 
Disponiamo un dischetto nel coppapasta, spennelliamo con pochissima bagna, versiamo un paio di cucchiai di farcitura alla ricotta e richiudiamo con un secondo dischetto pressando un po e poi spennellandolo sempre con pochissima bagna.

Ora se avete più di un coppapasta fatene altri tutti insieme, se invece disponete di un solo coppapasta è necessario passare questa porzione 10 minuti in freezer per evitare che la farcitura si “ammorbidisca” troppo, dopo di che potrete rimuovere il coppapasta e fare una seconda tortina.

Ovviamente nessuno vi vieta di usare un coppapasta molto grande o uno stampo da torta ad anello e fare una unica torta che poi taglierete e servirete ai vostri ospiti.

In ogni caso tenetele in frigo fino al momento di servire

Serviamo in un piatto con una generosa dose di salsa all’arancia e un pò di scaglie di cioccolato.

Con questa ricetta partecipo al contest “Ricette e Ricotta” di Cappuccino & Cornetto in collaborazione con La Tramontina

CIAK SI CUCINA! C’è sempre una prima volta!



Annunciazione, Annunciazione! 🙂


Comunico a tutti che il sottoscritto, il prossimo 14 Giugno, parteciperà come concorrente al nuovo format web/tv CIAK SI CUCINA di DeaComunicazione Eventi!


Il programma prevede diverse puntate dove ogni volta si svolgerà una sfida tra 2 appassionati di cucina, un uomo ed una donna, in location diverse, e con temi sempre differenti. 


Nella puntata del 14 Giugno, dove ci sarò come concorrente, il tema sarà “Dolce & Salato”


Un programma che ha lo scopo di promuovere il territorio Laziale,i suoi prodotti e le sue eccellenze imprenditoriali. 


Le puntate saranno poi trasmesse sul canale Web di DeaComunicazione Eventi e per il concorrente più bravo ci sarà la possibilità anche di vincere una borsa di studio del valore di 3.000€ presso la Italian Genius Academy


La sfida “Dolce & Salato” si svolgerà a roma presso il “Bar Pasticceria D’Antoni” e chiunque vuole potrà venire ad assistere alle registrazioni e gustare l’aperitivo ricco di delizie (finger food, pasticceria salata, golosissimi desserts di produzione artigianale, costo 8€ drink compreso)

E’ la mia prima volta in una “competizione” e quindi sono un po’ emozionato, ma sono sicuro che in ogni caso sarà una bellissima esperienza.


Quindi vi aspetto Venerdì 14 GIUGNO dalle ore 19:00 presso D’Antoni e D’antoni in Via Dino Penazzato 83H, 00177 Roma. E se siete lontani o non potete venire a vedermi allora… auguratemi buona fortuna 😉


Qui sotto trovate il PROMO del programma e il comunicato stampa 🙂


DEACOMUNICAZIONE EVENTI 
PRESENTA
              

                        



Il nuovo format web/tv per tutti gli amanti della buona cucina 
In collaborazione con Italian Genius Academy – Accademia di alta cucina italiana –

Un progetto  nato per promuovere la cultura della buona tavola e non solo: promozione del territorio, aziende locali, splendide locations ed una giuria d’eccellenza ad ogni puntata.
Gli ingredienti saranno proprio loro: i giovani , che tra una sfida e l’altra, metteranno a dura prova le loro abilità ai fornelli. 
Lavorare in cucina e raggiungere progressivamente un livello di sempre maggiore raffinatezza e creatività, rappresenta dunque una passione condivisa da giovani e meno giovani: trasmissioni televisive di successo, libri che si mantengono costantemente in cima alle classifiche di vendita, siti internet e forum i cui utenti condividono ricette, confermano appunto che il mondo della cucina appassiona persone di tutte le età e può diventare, per alcuni, una professione affascinante e remunerativa.
Una giuria di noti professionisti del settore, (manager, chef, food blogger e giornalisti) selezionerà di volta in volta , il cuoco più promettente che vincerà una borsa di Studio del valore di 
3.000 euro.
RIFERIMENTI PER  AZIENDE E LOCATIONS INTERESSATE ad ospitare la puntata : DEACOMUNICAZIONE@GMAIL.COM

RIFERIMENTI per concorrenti, giurati, esperti food/beverage : CIAKSICUCINA@GMAIL.COM 

Infoline Deacomunicazione Eventi Tel. 342 52.32.523



Il video promo




Ho vinto il “Very Inspiring Blogger Award”

E’ stato un vero piacere ricevere all’improvviso questo “premio”




Mi è stato assegnato dal blog “Cucinare e Viaggiare che passione” insieme ad altri blog “promettenti”, con l’impegno di premiare a mia volta altri 15 blog con meno di 200 follower, in modo da far conoscere chi merita visibilità.




Quindi se avete un blog con meno di 200 follower, scrivetemi pure e vi terrò in considerazione tra i possibili vincitori! 🙂

Accetterò le candidature fino al 15 Giugno 🙂

Insalata di pollo, noci ed ananas con salsa alla senape



Vi capita mai di tornare a casa la sera dopo una lunghissima giornata di lavoro e voglia di cucinare zero? Ecco, in quelle sere devo per forza inventarmi qualcosa per cenare velocemente…

Allora apro il frigo, guardo cosa mi è rimasto e cerco di mettere insieme una cena, magari leggera

Ed è così che qualche sera fa è nato questo piatto, approfittando anche del contest “Le insalate” del blog “Il cestino da pic nic”

E’ una preparazione molto semplice e veloce, con un bel contrasto di sapore tra pollo e ananas, e con il croccante delle noci che al palato regala una bellissima sensazione. 
La salsa alla senape poi lega i sapori, ma rimane comunque un piatto dal gusto un pò particolare e sarà sicuramente squisito per chi ama l’agrodolce.

Per l’ananas, se non trovate quello fresco, preferite quello in lattina nel suo succo naturale, quindi non in sciroppo, altrimenti è troppo dolce!

Provatela e fatemi sapere!


Difficoltà: semplice – Preparazione: 10 minuti


INGREDIENTI
(per 4 persone)
4 fette di petto di pollo
4 fette di ananas al naturale
8 noci
80g di rucola fresca
1 cucchiaio abbondante di senape di digione
50g di olio extra vergine di oliva di qualità
1 cucchiaio di succo di limone
sale e pepe q.b.

PREPARAZIONE
Versiamo un filo d’olio (deve essere davvero pochissimo) in una padella antiaderente.
Tagliamo il pollo a quadratini di circa 2cm di lato e versiamolo nella padella a fiamma media. Facciamo saltare per 2 minuti, saliamo e pepiamo e aggiungiamo i gherigli delle noci sbriciolati grossolanamente. Continuiamo la cottura fino a completamento continuando a saltare per permettere al pollo di cuocere ma di restare morbido. Ci vorranno non più di 5 minuti in totale. Teniamo da parte

In una seconda padella antiaderente versiamo le fette di ananas anche queste divise in piccoli spicchi. Mettiamo su fiamma molto alta e attendiamo che formino una piccola crosticina. Giriamole quindi dall’altro lato e attendiamo nuovamente la formazione della crosticina. Teniamo da parte

Prepariamo la salsa. In un bicchiere alto versiamo l’olio, il limone e e la senape. Con un minipimer o una forchetta emulsioniamo molto bene la salsa.

Prendiamo la rucola ben lavata, strizzata e ben asciugata, disponiamola nel piatto. 
Adagiamo sopra uno strato di spicchi di ananas e sopra questi il pollo e le noci.

Condiamo abbondantemente con la salsa e qualche gheriglio di noce sbriciolato, e serviamo subito.



Con questa ricetta partecipo al contest “Le insalate” del blog “Il cestino da pic nic”

Bocconcini di manzo con salsa al cacao e fragole e pomodorini pachino




Devo ammetterlo, è vero: il titolo di questo piatto può lasciare perplessi, in particolar modo l’accostamento carne, cacao, fragole. Ma dopo averli assaggiati beh, penso che li riproporrò spesso a qualche cena come piatto d’effetto sia visivo che gustativo… 

In realtà questa ricetta non è mia o meglio è mia solo per un ingrediente e per la presentazione: infatti questa ricetta deriva da quella del blog “La cucina di Mamma Loredana” che questo mese ha ospitato il contest “THE RECIPE-TIONIST”
Era da tempo che volevo parteciparvi ma non trovavo mai l’occasione giusta, e quale miglior occasione del mio “ritorno”? 🙂

Voglio spiegarvi in cosa consiste: a differenza di altri contest qui non ci sono premi.. il vincitore si aggiudica semplicemente di ospitare il contest il mese successivo sul proprio blog, la sfida è semplice: tutti i blogger devono prendere una ricetta qualsiasi dal blog del vincitore e rifarla identica con la facoltà di sostituire, aggiungere o eliminare un solo ingrediente.

Ovviamente libera fantasia all’impiattamento, alle foto e alla presentazione.

Il bello di questo contest è quindi che non si vince niente, non c’è competizione “sfrenata”, che io non amo, e che permette veramente di conoscersi tra foodbloggers perchè si apre la propria “casa” agli altri.

Alla fine del mese, il blogger che ha “donato” le ricette sceglie il vincitore che quindi il mese successive sarà il prossimo blog dal quale copiare le ricette.

Non è bello? 🙂

E così, spulciando nel blog “La cucina di Mamma Loredana”  , vincitrice del contest di Aprile, ho scelto la sua ricetta di “Bocconcini di manzo con salsa al cacao e pistacchi e pomodorini pachino”

Per un pò di tempo ho pensato a cosa modificare, poi pensando al cacao mi sono venute subito in mente le fragole, classico accostamento. Bisognava capire se nel complesso il gusto ci poteva stare bene.

Certo per andare sul sicuro avrei potuto mantenere la frutta secca utilizzando, ad esempio, le mandorle, ma troppo semplice e scontato.

Per mantenere il senso di croccantezza ho avuto cura di usare solo fragole molto dure e di fare solo un velocissimo passaggio in padella, giusto pochi secondi in modo da preservarne la consistenza.

A livello sensoriale il sapore leggermente agrodolce della carne si sposa perfettamente con quello fresco e acidulo delle fragole. Il tutto viene “pulito” in bocca dal gusto leggermente acido del pomodoro pachino fresco.

Veniamo quindi alla ricetta:

Difficoltà: media  – Preparazione: 15 minuti – Cottura: 2h circa

INGREDIENTI 

(per 4 persone)
500 gr polpa di vitello o bocconcini
50 gr farina
50 gr cacao amaro in polvere
1 dl di vino rosso ( Montepulciano d’Abruzzo)
30 gr burro + 20 gr
8 pomodorini pachino
5 fragole di media grandezza + 2 per guarnire
sedano
cipolla
carota
1 dl di olio
brodo vegetale





PROCEDIMENTO

Mischiamo insieme farina e cacao e usiamoli per “impanare” i bocconcini di vitelloIn una padella facciamo scaldare olio e burro e, quando caldi, versiamoci i bocconcini infarinati.

Facciamo rosolare a fiamma viva girandoli spesso per sigillarli. In questo modo preserveremo poi tutti i succhi della carne in modo che a fine cottura sarà tenerissima.



Nel frattempo prepariamo un soffritto con olio, sedano, carota e cipolla tritati facendo cuocere a fuoco dolce per 5 minuti. Aggiungiamo quindi i bocconcini di vitello ben sigillati, sfumiamo con il vino rosso, saliamo.

Facciamo evaporare il vino e continuiamo la cottura con un coperchio, a fiamma molto dolce, per circa 1h e 30 minuti. Se necessario bagnamo ogni tanto la carne con del brodo vegetale.

Quando la carne sarà cotta, versiamo nella pentola anche le fragole a dadini che avremo passato prima qualche secondo in una pentola con un velo di burro caldo e pomoodorini a dadini e prepariamoci ad impiattare



DECORAZIONE

Per la decorazione del piatto ho usato il fondo di cottura messo in un pentolino e addensato con qualche cucchiaino di farina. 

Negli angoli del piatto ho dato una spolverata di cacao e ho adagiato un pomodorino ed una fragola.

Terminiamo la decorazione con qualche dadino di fragole e pomodorini pachino e serviamo subito


.

Come detto, con questa ricetta partecipo al contest “THE RECIPE-TIONIST” di Maggio

Lemon Bread




Lemon Bread ovvero una soffice nuvola al piacevole e rinfrescante sapore di limone.


Chi mi conosce sa che amo particolarmente le preparazioni di dolci per la prima colazione che siano sani, non eccessivamente calorici, gustosi al punto giusto per affrontare la giornata ma sopratutto semplicissimi da preparare perchè magari li cuoci la sera e poi la mattina li hai pronti e gli ingredienti sono quasi sempre nella dispensa di ogni casa.

Inoltre una caratteristica importante è che rimangano fragranti per diversi giorni: vivendo da solo per forza di cose devo conservarli per almeno 3-4 giorni.

Ed ecco che, girando per vari blog, mi imbatto nel contest “Limoni-AMO?” del blog Crema & Panna 

Pensa che ti ripensa mi dico perchè non sostituire la banana del famoso “Banana Bread” con il limone? Faccio una rapida ricerca in rete e scopro che non mi sono inventato niente 😀 Sicuramente meno famoso del Banana Bread, il Lemon Bread è un soffice dolce da prima colazione o da the molto diffuso nel Regno Unito e negli Stati Uniti.

Qualche ricerca di ricette, qualche conversione di unità di misura, qualche aggiustamento e… provatelo, rimarrete letteralmente tramortiti dal suo profumo, dalla sua dolcezza non stucchevole e dalla sua morbidezza. Oltretutto si prepara in 5 minuti e non servono neanche attrezzi, basta un cucchiaio o meglio una frusta ed un po di olio di gomito.

Si accompagna perfettamente ad una tazza di latte caldo o ad una buona marmellata non troppo dolce magari fatta in casa con frutta fresca e biologica.

Vi lascio con la ricetta e vi consiglio veramente di prepararlo al più presto possibile.


LEMON BREAD
Difficoltà: Semplice    Tempo di preparazione: 5 minuti    Tempo di cottura: 30 minuti

Ingredienti:

115g di Burro
200g di Zucchero semolato
2 uova medie
30g succo di limone BIO *
1 cucchiaio di buccia di limone BIO grattuggiata *
190g farina 00
1 cucchiaino di lievito chimico (Lievito per dolci)
un pizzico di sale
125g di latte scremato

*è importante scegliere limoni biologici e non trattati per evitare di inserire nell’impasto tutte quelle sostanze chimiche che vengono usate per il trattamento di pianta e bucce dei limoni

Per la glassa:
60g zucchero a velo
30g succo di limone


Procedimento:

In una grossa ciotola lavorare il burro ammorbidito (deve essere della consistenza di una pomata, lo potete ammorbidire o lasciandolo a temperatura ambiente per alcune ore oppure passandolo qualche secondo al microonde. Mi raccomando: non si deve sciogliere!) con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso. Aggiungere le uova e continuare ad amalgamare. Aggiungere poi a filo e poco alla volta il succo di limone, continuando a lavorare.

Setacciare insieme farina, lievito e sale e aggiungere gradatamente alla crema, alternando ogni volta con il latte, amalgamando con cura dopo ogni aggiunta.

L’impasto finito si presenterà dalla consistenza di una crema molto soda.



Imburrate e infarinate uno stampo da plum cake (io per sicurezza metto anche un foglio di carta forno su fondo e lati e versateci il composto. Livellate scuotendo un po lo stampo (non ci sarebbe neanche bisogno visto che si livellerà da solo in forno) e cuocere a 180° per circa 30 minuti (forno statico)



Fate ovviamente la prova stecchino: infilate uno stuzzicandenti al centro del dolce e se lo estraete asciutto allora è pronto.

Sfornate, lasciate raffreddare 10 minuti e poi estraetelo dallo stampo e lasciatelo raffreddare su una griglia.

Intanto preparate la glassa e quando il Lemon Bread sarà freddo versatela sulla sommità facendola colare.

Servite a fette spesse 2cm versando, se vi va, ancora un pò di glassa sulle fette.

Buona colazione! 🙂




——————————–


Con questa ricetta partecipo al contest “Limoni-AMO?” di Crema&Panna



Fusilli con speck e mascarpone su salsa di noci e parmigiano



L’associazione con la quale collaboro, Burro&Bollicine , ha indetto un contest sulla pasta per festeggiare il suo primo anno di attività.

Volevo partecipare ma non trovavo mai il tempo e sopratutto la fantasia per proporre una ricetta semplice ma gustosa e particolare al tempo stesso.

L’occasione si è presentata quando ho fatto la spesa per altre preparazioni comprando lo speck per una pizza e il mascarpone per un dolce, ma poi non ho più dovuto usarli. Mi sono quindi ritrovato a dover riciclare questi avanzi in frigo ed ho deciso di provare ad abbinarli in questo piatto.

Non ero convintissimo dell’accostamento finale e del mix di sapori, ma all’assaggio sono letteralmente trasalito: i sapori si sposano benissimo ed anche se non è un piatto tipicamente “estivo” e leggero, devo dire che servito come piatto unico fa davvero una bella figura.

Ecco quindi la ricetta con la quale partecipo anche al contest:


INGREDIENTI (per 2 persone)

Per la salsa alle noci:
150g di gherigli di noci
mezzo spicchio di aglio
80g di acqua
40g di olio evo
60g di parmigiano
sale e pepe qb

Versare tutto nel mixer/frullatore ma inserire solo 60g di acqua e farlo andare a max velocità fino a quando non si crea una crema molto fluida di colore bianco.
Nel caso aggiustare con altra acqua se dovesse essere troppo densa.
Versare la salsa così ottenuta in un piatto, cercando di disegnare una forma rotonda su cui adageremo poi la pasta.

Per la pasta:
200g di Fusilli Garofalo
50g di mascarpone
4 fette di speck
2 cucchiai di parmigiano
1 cucchiaino di cipolla tritata
pepe qb


Mettiamo abbondante acqua a bollire.
Nel frattemo in una padella versiamo un filo di olio EVO e facciamo soffriggere la cipolla. Quando inizia ad imbiondire versiamo lo speck che precedentemente avremo tagliato prima a listarelle e poi in piccoli quadratini. Facciamolo soffriggere per pochi minuti fino a quando non inizia a prendere colore e spegniamo il fuoco.

Nel frattempo saliamo l’acqua che sarà a bollore e facciamo cuocere la pasta. Un minuto prima della fine della cottura, preleviamo un paio di cucchiai di acqua di cottura e versiamoli nella padella con lo speck, aggiungendo anche il mascarpone. Mettiamo nuovamente su fuoco basso e mescoliamo per far sciogliere il mascarpone.

Scoliamo la pasta e versiamola nella padella, aggiungiamo il parmigiano e il pepe, mantechiamo velocemente e disponiamola nel piatto dove avevamo messo la salsa alle noci.

Decoriamo la pasta con qualche pezzettino di speck fresco e qualche gheriglio di noce intorno al piatto.

Terminiamo con un pò di pepe macinato fresco ed un filo di olio a crudo.

Serviamo immediatamente.

Buon appetito 🙂


IL TUO CARRELLO
//
Il carrello è vuoto

Se vuoi acquistare qualche corso o corso online:

Clicca qui per l'elenco dei CORSI ONLINE

Clicca qui per l'elenco dei CORSI IN PRESENZA in tutta italia
0
//