mercoledì, Giugno 23, 2021

Spaghetti con zucchine, mousse di burrata e pancetta croccante

La burrata: ingrediente dal gusto fantastico che molti, purtroppo, neanche conoscono. Un prodotto che finalmente inizia a trovarsi anche in alcuni supermercati ma che per essere gustato a pieno è necessario che sia di ottima qualità.

Un involucro di mozzarella e un ripieno di burrosa crema di siero e pezzi di pasta di mozzarella.. di sicuro non è dietetica ma mangiarla è una vera e propria esperienza sensoriale: la freschezza della mozzarella che si mischia alla leggerissma acidità della crema di siero che diffonde nella bocca una sensazione quasi di burro… è impossibile descriverla, dovete provarla!


Il suo sapore è, appunto, semplice e complesso al tempo stesso, e quindi usarla in cucina non è semplicissimo. Io la uso tantissimo con la pizza fredda che preparo, insieme a zucchine saltate e salame piccante. Qualche giorno fa ho rifatto proprio questa pizza e mi è avanzata della burrata, così ricordandomi della promessa che avevo fatto a Sanguedolce Arte Casearia di preparare una ricetta.. mi sono messo subito all’opera presentando quasi gli stessi abbinamenti ma.. in un piatto di pasta!


Quindi ecco a voi la ricetta e mi raccomando.. lasciate perdere i vari latticini “Galbani”, “Santa Lucia” e compagnia bella.. scegliete prodotti di qualità, magari artigianali, e il gusto dei vostri piatti ne guadagnerà.


Difficoltà: Facile/Media –  Tempo di preparazione: 30 minuti



INGREDIENTI
(per 4 persone)

300g di spaghetti
2 zucchine
1 burrata
50g di panna fresca
1 cucchiaio di parmigiano grattuggiato
8 fettine di pancetta tesa tagliata sottile
1 cucchiaio di scalogno tritato fine
1/2 bicchiere di vino bianco
olio extravergine di oliva q.b
sale e pepe q.b.


PREPARAZIONE

Mettete a bollire una pentola con abbondante acqua.

Disponete le fette di pancetta su una teglia rivestita con carta forno, ed infornate a forno già caldo a 220° per 5-10 minuti (a seconda del forno) fino a quando comunque la pancetta non assumerà un colore ambrato.

Rigirate le fettine sull’altro lato e cuocete ancora per pochissimi minuti

Fate raffreddare e tritate la pancetta in piccoli pezzi

Lavate le zucchine e tagliatele a fettine sottili. 

Quando l’acqua bolle mettete a scaldare anche una padella con un filo dio olio extravergine e un cucchiaio di scalogno tritato finemente.
 
Immergetele in acqua bollente per 2 minuti (in questo modo la cottura in padella sarà più breve e il sapore delle zucchine insaporirà la pasta che cuoceremo nella stessa acqua)
 
Scolate bene le zucchine e versatele nella padella dove ormai lo scalogno avrà cominciato ad imbiondire, regolate di sale e pepe, e saltate per qualche minuto a fuoco vivo. Sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco, attendete che evapori un po e poi coprite con il coperchio fino a cottura. Controllate spesso per verificare se le zucchine si asciugano troppo e, se necessario, aggiungete dell’acqua calda. Quando sono pronte, tenete da parte al caldo.

Mettiamo gli spaghetti nell’acqua, regoliamo di sale.

Intanto inseriamo la burrata a pezzi in un mixer o in un contenitore per il frullatore ad immersione . Aggiungiamo la panna e montiamo fino a creare una mousse densa e senza “pezzi” e conserviamo in frigorifero.

Scoliamo gli spaghetti al dente, preservando un pò di acqua di cottura, versandoli nella padella con le zucchine. Aggiungiamo 2/3 della mousse di burrata e il parmigiamo e mantechiamo fuori dal fuoco.

Impiattiamo spolverando abbondantemente con la pancetta croccante e qualche quenelle di mousse di burrata, terminando con un filo di olio extravergine a crudo.

Buon appetito! 😀

La Pasta e Fagioli, a modo mio



Sembra che l’estate proprio non voglia arrivare: pioggia, grandine e addirittura neve… io sto dormendo ancora con il piumone!

Così qualche sera fa sembrava che fosse Novembre e non quasi Giugno. E mi è presa una stana voglia, la voglia di un piatto invernale, che mi cucino proprio nelle sere fredde e piovose: la pasta e fagioli.

La pasta e fagioli è uno di quei piatti classici dove non esiste ricetta, ognuno la fa a modo suo: chi ci mette la cipolla, chi la fa tipo zuppa, chi usa il formaggio.

Io la faccio così come la faceva mia nonna, e quando la mangio viaggio nei ricordi di quando ero bambino e nelle scure sere invernali mi sedevo a tavola e la assaporavo fino all’ultimo cucchiaio…

Quindi vi presento la mia versione che riscuote sempre enorme successo tra gli amici 🙂


Difficoltà: Media  –  Preparazione: 30 minuti


INGREDIENTI
(per 4 persone)
250g di fagioli borlotti in scatola (oppure secchi già ammorbiditi per 8-10 ore in acqua e poi lessati a parte)
250g di pasta mista
50g di pancetta
1 rametto di rosmarino fresco
100g di salsa di pomodoro
500g di brodo vegetale leggero
olio extravergine di oliva
sale e pepe
6 fette di pane casereccio
1 spicchio di aglio
1 scalogno
1 carato
1 gambo di sedano

PREPARAZIONE
Tritiamo molto finemente lo scalogno, la carota e il gambo di sedano. Versiamoli in una pentola con un filo d’olio extra vergine e facciamo soffriggere per qualche minuto.

Nel frattempo tritiamo finemente la pancetta e gli aghi di rosmarino fresco. Aggiungiamoli al soffritto e facciamo cuocere 1 minuto.


Aggiungiamo quindi la salsa di pomodoro, il pepe, mescoliamo e facciamo cuocere 5 minuti a fiamma media.

Aggiungiamo ora i fagioli ben scolati, mescoliamo bene, abbassiamo la fiamma, copriamo la pentola e facciamo cuocere per 5-6 minuti.

Aggiungiamo ora qualche mestolo di brodo bollente e portiamo a bollore, sempre coprendo la pentola.

Quando bolle saliamo e versiamo la pasta, abbassiamo il fuoco al minimo e portiamo a cottura aggiungendo brodo se necessario giusto a coprire la pasta. 



La cottura deve essere molto al dente perchè, a questo punto, spegniamo il fuoco diamo una mescolata e lasciamo riposare 5 minuti sempre con il coperchio.

Nel frattempo prepariamo i crostini: tagliamo le fettine di pane e disponiamole in una padella con un filo d’olio. Facciamo dorare il pane a fiamma alta da entrambi i lati. Con le fette di pane ancora calde strofiniamo un pò d’aglio su ogni fetta di pane.

Prendiamo due fette e tagliamole a dadini.



Disponiamo i dadini su ogni piatto e versiamoci sopra la pasta e fagioli ormai densa e cremosa. 

Condiamo con un filo di olio extravergine a crudo, una macinata di pepe fresco e due crostini di pane.

E buon appetito, sperando che l’estate arrivi presto! 🙂

Risotto al pomodoro (con ingrediente segreto)

Era il 25 Aprile e volevo fare qualcosa con i colori della nostra bandiera, ma non mi veniva niente in mente. Erano ormai le 7 di sera e, tra tutte le cose fatte, tra il mal di denti, la febbre e tante altre belle cose, mi era passata completamente la voglia. 

Eppure si avvicinava ora di cena e dovevo pensare a cosa prepararmi perchè avevo anche un bel po di fame visto che a pranzo avevo mangiato solo una fetta di pane e pomodoro. Ecco che allora mi viene in mente che ho da un bel po di giorni una mezza bottiglia di passata di pomodoro “artigianale” fatta da un amico che giaceva aperta in frigo, dovevo consumarla prima che iniziasse a fare muffa.

Cosa prepraro? Pensa e ripensa e mi viene l’illuminazione: risotto al pomodoro, è rosso, ci aggiungi un  po di basilico verde e il piatto bianco.. e prendi due piccioni con una fava! 🙂 E sia!

Il risotto al pomodoro è un classico, ci sono tante “varianti” per farlo, io vi presento la mia che riscuote sempre enorme successo grazie, secondo me, all’ingrediente segreto: il pesto!
Inoltre per il soffritto io uso lo scalogno, non la cipolla, che ha un sapore molto più delicato.

Possibilmente usate una passata di pomodo (o dei pelati, da frullare dopo averli ben scolati) dal sapore dolce. Se usate i pelati vi posso consigliare “La Fiammante” anche se sono un po difficili da trovare. Se usate la passata vi suggerisco “Graziella” oppure la Vellultata di Cirio o di Valfrutta.

Per il pesto invece se non avete la fortuna di averlo fresco e non avete del buon basilico per farlo o la voglia 😀 dovrete ricorrere a quelli del supermercato però mi raccomando leggete bene l’etichetta e sceglietene uno che contenga solo basilico, olio, aglio e parmigiano. Scartate quelli che hanno altri ingredienti o conservanti.

Veniamo alla ricetta

Ingredienti per 4 persone

400g di riso carnaroli
300g di passata di pomodoro dolce
40g di burro
50g di parmigiano grattuggiato
1 cucchiaio di pesto fresco
1 scalogno piccolo
1 lt di brodo vegetale
1 tazza di vino bianco
Olio evo
Sale e pepe

Procedimento:

Per prima cosa prepariamo il brodo vegetale e mettiamolo su un fuoco basso in modo da mantenerlo sempre quasi a bollore. 

In una padella antiaderente versiamo un filo di olio evo e lo scalogno tritato finemente. Mettiamo su un fuoco molto basso e facciamo stufare lo scalogno per circa 5 minuti senza però farlo dorare troppo, deve diventare trasparente.

Sfumiamo con la tazza di vino bianco e facciamo evaporare

Aggiungiamo il riso e facciamolo tostare per qualche minuto fino a quando i chicchi non diventeranno traslucidi. A quel punto iniziamo ad aggiungere un paio di mestoli di brodo e sempre su fiamma bassa continuiamo ad aggiungerne altro quando vediamo che il riso ha assorbito il precedente brodo. Tutto questo processo lo facciamo sempre girando il riso con un cucchiaio di legno o una spatola.

Quando il riso è a metà cottura (assaggiare) aggiungiamo la passata di pomodoro, aggiustiamo di sale, e continiamo la cottura aggiungendo altro brodo se necessario.

Quando il riso sarà cotto, togliamo dal fuoco aggiungiamo il burro e il parmigiano e mantechiamo per 1 minuto circa. Aggiustiamo di pepe e aggiungiamo il cucchiaio di pesto. Diamo una mescolata per amalgamarlo al riso e lasciamo riposare ancora 30 secondi coperto. Poi impiattiamo subito, decorando il piatto con una spolverata di pepe macinato al momento.

Questo risotto è anche ottimo, se avanza, per preparare dei meravigliosi arancini, una delle prossime ricette 🙂




Fusilli con speck e mascarpone su salsa di noci e parmigiano



L’associazione con la quale collaboro, Burro&Bollicine , ha indetto un contest sulla pasta per festeggiare il suo primo anno di attività.

Volevo partecipare ma non trovavo mai il tempo e sopratutto la fantasia per proporre una ricetta semplice ma gustosa e particolare al tempo stesso.

L’occasione si è presentata quando ho fatto la spesa per altre preparazioni comprando lo speck per una pizza e il mascarpone per un dolce, ma poi non ho più dovuto usarli. Mi sono quindi ritrovato a dover riciclare questi avanzi in frigo ed ho deciso di provare ad abbinarli in questo piatto.

Non ero convintissimo dell’accostamento finale e del mix di sapori, ma all’assaggio sono letteralmente trasalito: i sapori si sposano benissimo ed anche se non è un piatto tipicamente “estivo” e leggero, devo dire che servito come piatto unico fa davvero una bella figura.

Ecco quindi la ricetta con la quale partecipo anche al contest:


INGREDIENTI (per 2 persone)

Per la salsa alle noci:
150g di gherigli di noci
mezzo spicchio di aglio
80g di acqua
40g di olio evo
60g di parmigiano
sale e pepe qb

Versare tutto nel mixer/frullatore ma inserire solo 60g di acqua e farlo andare a max velocità fino a quando non si crea una crema molto fluida di colore bianco.
Nel caso aggiustare con altra acqua se dovesse essere troppo densa.
Versare la salsa così ottenuta in un piatto, cercando di disegnare una forma rotonda su cui adageremo poi la pasta.

Per la pasta:
200g di Fusilli Garofalo
50g di mascarpone
4 fette di speck
2 cucchiai di parmigiano
1 cucchiaino di cipolla tritata
pepe qb


Mettiamo abbondante acqua a bollire.
Nel frattemo in una padella versiamo un filo di olio EVO e facciamo soffriggere la cipolla. Quando inizia ad imbiondire versiamo lo speck che precedentemente avremo tagliato prima a listarelle e poi in piccoli quadratini. Facciamolo soffriggere per pochi minuti fino a quando non inizia a prendere colore e spegniamo il fuoco.

Nel frattempo saliamo l’acqua che sarà a bollore e facciamo cuocere la pasta. Un minuto prima della fine della cottura, preleviamo un paio di cucchiai di acqua di cottura e versiamoli nella padella con lo speck, aggiungendo anche il mascarpone. Mettiamo nuovamente su fuoco basso e mescoliamo per far sciogliere il mascarpone.

Scoliamo la pasta e versiamola nella padella, aggiungiamo il parmigiano e il pepe, mantechiamo velocemente e disponiamola nel piatto dove avevamo messo la salsa alle noci.

Decoriamo la pasta con qualche pezzettino di speck fresco e qualche gheriglio di noce intorno al piatto.

Terminiamo con un pò di pepe macinato fresco ed un filo di olio a crudo.

Serviamo immediatamente.

Buon appetito 🙂


Ruote Vegetariane

Quasi negli ultimi minuti utili, eccomi a presentare la terza ed ultima ricetta per il contest di Atmosfera Italiana – Pasta solo Pasta con la Pasta Benedetto Cavalieri.

Confesso che quando ho ricevuto il pacco di “Ruote” ho avuto parecchi problemi a pensare a che ricetta proporre. Non è un formato di pasta semplice da abbinare ad un sugo o ad un condimento, poi una sera vedendo un pò cosa avevo in frigo mi sono detto “mettiamo tutto insieme e vediamo cosa esce fuori…” ed ecco un piatto dalla preparazione abbastanza veloce e semplice e anche abbastanza leggero. 

Quindi veniamo subito alla preparazione!

Tempo di preparazione: 20 minuti
Difficoltà: facile – Kcal per porzione (circa 75g di pasta ): 350 Kcal

LA RICETTA
INGREDIENTI
per 4 persone
300g di ruote (in questo caso ho usato Pasta Benedetto Cavalieri)
4 pomodorini ciliegino
150g di fagiolini verdi crudi
50g di ricotta salata stagionata
olio evo, origano, sale, pepe.

  • Pulire i fagiolini e tagliarli in pezzi lunghi circa 3 cm
  • Versare i fagiolini in abbondante acqua salata e fate bollire per 10 minuti circa. Scolatele e mettele da parte.
  • In una padella con un filo di olio evo versate i pomodorini a spicchi e fateli appassire per qualche minuto. Infine unite i fagiolini.
  • Salate a vostro piacimento e aggiungete qualche pizzico di origano
  • Scolate la pasta e versatela nella padella con il condimento, facendola saltare per 1 minuto
  • Impiattate e servite con una generosa spolverata di ricotta salata grattuggiata ed un pizzico di pepe.

Penne piccanti con pancetta e olive

Ultimamente, causa esperimenti di grandi lievitati Natalizi (pandoro e panettone) e il perfezionamento della pizza in teglia, ammetto di aver dedicato davvero poco tempo al blog. Ho almeno una decina di videoricette che aspettano solo di essere “lavorate” e pubblicate.. e spero di farlo presto! Oggi però voglio postare la seconda ricetta che ho preparato per il contest di Atmosfera Italiana.
Si tratta sempre della pasta Benedetto Cavalieri offerta da Atmosfera Italiana.
Per chi non mi conosce premetto subito: amo il piccante e, dopo una vita passata ad odiare l’aglio, ora lo metterei ovunque, a dimostrazione che i nostri gusti cambiano nel corso del tempo.
Ho quindi deciso di abbinare queste meravigliose penne ad un condimento di facilissima preparazione ma dal gusto deciso, piccante al punto giusto e che si sposi perfettamente con questa pasta dal sapore un pò “ruvido”.
A voi la videoricetta
Tempo di preparazione: 20 minuti
Difficoltà: facile – Kcal per porzione (circa 90g di pasta ): 450 Kcal
LA VIDEORICETTA
LA RICETTA
INGREDIENTI
per 4 persone
350g di penne (in questo caso ho usato Pasta Benedetto Cavalieri)
240g di pancetta affumicata a dadini
300g di olive denocciolate (verdi e nere)
400g di pomodorini ciliegino
2 pomodorini secchi
4 spicchi di aglio
4 peperoncini
Vino bianco secco q.b.
basilico, olio evo, prezzemolo, sale

  • Lavate i pomodorini e tagliateli a spicchi
  • Tritate molto finemente l’aglio, il peperoncino e i pomodorini secchi e fateli soffriggere in una padella con un filo di olio extravergine di oliva
  • Aggiungete dopo un paio di minuti i dadini di pancetta e fateli dorare
  • Aggiungere i pomodorini, farli leggermente appassire, salare e aggiungere qualche fogliolina di basilico.
  • Quando i pomodorini saranno ben appassiti, unire le olive denocciolate tagliate a rondelle.
  • Sfumate con un pò di vino bianco e fate cuocere a fuoco lento per 10-15 minuti, aggiungendo un pò di acqua se il sugo diventa troppo secco.
  • Scolate la pasta al dente cercando di trattenere un pò di acqua di cottura e versatela nella padella con il sugo
  • Fate restringere su fuoco vivo per 1 minuto e impiattate decorando con qualche pomodorino e qualche rametto di prezzemolo

Spaghettoni sabbiati con peperoni, olive e pinoli


Metti una sera che non hai voglia di cucinare, ma devi pur mangiare qualcosa. Metti che ti è appena arrivata la pasta Benedetto Cavalieri per il contest di Atmosfera Italiana. Metti che nel frigo c’è l’eco per quanta poca roba c’è. A quel punto un paio di minuti per pensare a cosa preparare ed ecco che nasce l’idea di questi spaghettoni: semplici, con pochi ingredienti, ma dal gusto deciso e dalla consistenza particolare.
Li ho chiamati “sabbiati” perchè alla fine li ho cosparsi di pangrattato come se fosse formaggio, il che da una simpatica consistenza in bocca rendendo il tutto più “ruvido” che unito al gusto forte del peperone rende il sapore di questo piatto davvero eccezionale.
I pinoli poi sono stati l’idea dell’ultimo momento per dare quella nota croccante che non sta affatto male. Sarebbe interessante sperimentare l’abbinamento con delle mandorle tostate…o altra frutta secca tostata,  se qualcuno vuole provare  mi faccia sapere il risultato!
Per questa ricetta, con la quale partecipo al contest Pasta Solo Pasta – Sugo e Ricetta di Atmosfera Italiana, ho usato degli Spaghettoni Benedetto Cavalieri.
Questa meravigliosa Pasta ha una consistenza eccezionale, per non parlare del sapore che è davvero meraviglioso .E’ una pasta fatta con grani eccellenti e con metodi artigianali e curati in ogni aspetto del processo produttivo. Può essere considerata sicuramente una delle migliori paste del mondo visto che viene usata da alcuni degli chef più famosi.

Volete votare il mio piatto? 
Tra qualche giorno vi darò il link per farlo.. intanto iscrivetevi al mio canale su Facebook se non l’avete già fatto!
Tempo di preparazione: 15 minuti
Difficoltà: facile – Kcal per porzione (circa 90g di pasta ): 450 Kcal
LA VIDEORICETTA
LA RICETTA
INGREDIENTI
per 4 persone
350g di spaghettoni (in questo caso ho usato Pasta Benedetto Cavalieri)
2 peperoni rossi
1 cipollotto
50g olive nere snocciolate
20g pinoli
2 foglie di basilico
40g pangrattato
sale, pepe
origano
olio extra vergine di oliva
50g vino bianco secco
  • Pulire i peperoni eliminando la parte superiore e asportando con un coltello tutti i filetti interni di colore bianco
  • Tagliare i peperoni in quadratini da circa 1cm di lato
  • Versare un filo di olio extravergine in una padella e su fuoco dolce lasciare appassire leggermente un cipollotto. 
  • Quando il cipollotto è ben appassito, versare nella padella i peperoni a dadini, mettere su fiamma molto forte e far soffriggere per un paio di minuti.
  • Aggiungere il vino bianco e farlo sfumare
  • Quando il vino è leggermente sfumato andiamo ad aggiustare di pepe e sale
  • Appena tutto il vino è sfumato, aggiungiamo dell’acqua a coprire quasi tutti i peperoni e rimettere, coprendo con un coperchio, su fuoco dolce per 5-10 minuti.
  • Controllare di tanto in tanto i peperoni ed aggiungere ancora acqua nel caso non siano ancora cotti.
  • Quando i peperoni saranno belli morbidi e l’acqua quasi del tutto assorbita, aggiungere anche le olive snocciolate lasciandole intere.
  • Coprire nuovamente con il coperchio e su fuoco lento far assorbire il restante dell’acqua rimasta.
  • Versare nella padella i pinoli e su fuoco molto forte per alcuni secondi farli tostare mescolando continuamente fino a quando non assumeranno un colore dorato. Aggiungere quindi le foglioline di basilico e un pizzico di origano.
  • Scolare la pasta al dente lasciandola con un pò di acqua di cottura e versarli nella padella con il sugo ai peperoni e, su fuoco forte, mescoliamoli bene in modo da far assorbire il sugo. 
  • Alla fine aggiungiamo il pangrattato, mescoliamo ancora per qualche secondo e impiattiamo.
  • Impiattare facendo un nido aiutandosi con un mestolo ed una pinza da cucina
  • Guarnire il nido con il sugo rimasto e facendolo colare anche lungo la base del nido. 
  • Spolverare il tutto con ancora un pizzico di pangrattato e un filo di olio extravergine

Warning: A non-numeric value encountered in /homepages/4/d824078217/htdocs/clickandbuilds/IlCrudoeIlCotto/wp-content/plugins/td-composer/legacy/common/wp_booster/td_page_generator.php on line 964
IL TUO CARRELLO
//
Il carrello è vuoto

Se vuoi acquistare qualche corso o corso online:

Clicca qui per l'elenco dei CORSI ONLINE

Clicca qui per l'elenco dei CORSI IN PRESENZA in tutta italia
0
//