EXTRAVOGLIO: perchè l’olio non è solo condimento…

4
1208

…ma deve essere un vero ingrediente.

Ho conosciuto Pietro Palanti qualche mesa fa nel corso di una cena, subito ci parlò della sua passione per l’olio extravergine di oliva, e ricordo che la serata si concluse con l’assaggio dell’olio che usava lo chef del ristorante dove ci trovavamo a cenare.

Durante quella serata mi fece giustamente capire che, purtroppo, il modo in cui consideriamo e usiamo l’olio è sbagliato. A volte nelle ricette di “noi” foodblogger, ma anche di chef famosi, si leggono degli ingredienti ricercartissimi… sale di paesi lontani, spezie intorvabili, fiori eduli.. e poi un tristissimo “Olio EVO quanto basta”.

Eppure l’olio non è solo un semplice condimento, può completamente cambiare la struttura di un piatto. Nel nostro paese ci sono tantissime varietà di olive (cultivar) che danno olii dal sapore e profumi completamente differenti e sarebbe bene imparare a conoscere gli olii, i difetti, le caratteristiche in modo da poter scegliere per ogni piatto l’olio più adatto.

E’ per questo che ho partecipato con piacere alla serata di presentazione degli incontri EXTRAVOGLIO, che si è svolta nella magnifica cornice di Incontri in Cucina presso lo showroom di Pentole Agnelli a Roma insieme ad altri amici foodblogger.

Durante la serata Piero ha spiegato la sua filosofia sull’olio extravergine di oliva e ci ha introdotti nel mondo dell’assaggio.

Abbiamo assaggiato degli ottimi oli sotto l’esperta guida di Piero che ci ha aiutato a “capirli” e a scoprirne i profumi e tutte le loro caratteristiche. Gli oli assaggiati sono stati:

Grossa di Cassano, olio calabrese con sentori netti di pomodoro e basilico
Titone,  olio siciliano, 98/100 guida Flos Olei, meraviglioso.
Dop Cilento del frantoio Marsicani
Guadagnolo Primus della Fattoria Ramerino, toscan, assaggiato nel gelato all’olio extravergine servito come dessert.

Ho capito che l’errore più grande che facevo era assaggiare l’olio usando una bruschetta… ho portato l’olio che uso e che mi piaceva ma assaggiandolo “assoluto” direttamente dal bicchiere il sapore è completamente diferente!

Non sono il biologico o il dop a fare un olio “buono”, ma tanti altri fattori che possono essere stabiliti solo all’assaggio.

Ho capito anche di saperne praticamente nulla, e dovrò assolutamente rimediare mettendomi a studiare, magari partecipando a qualche altro incontro con Piero, perchè è davvero importante saper riconoscere un buon olio, saperne distinguere profumi, sapori, pregi e difetti in modo da poterlo abbinare al giusto piatto.

La serata si è conclusa con una cena ai sapori del mediterraneo, preparata da Piero. Tutte pietanze di stile “etnico” per lo più di ispirazione nordafricana e mediorentale. Confesso che a me questo tipo di cucina non piace molto, specialmente per la presenza del cumino che tra le tante spezie è quella che davvero non riesco a farmi piacere, ma è stato bello dopo la serata ritrovarsi tutti seduti a gustare questi piatti che pietro ha preparato in molti casi senza neanche usare olio in cottura.

Il dessert è poi stato un ottimo gelato all’olio extravergine con scagliette di cioccolato, un pò troppo forte il sapore dell’olio per i mie gusti, ma davvero eccezionale 🙂

I prossimi incontri, che si svolgeranno sempre presso Incontri in Cucina saranno:

19/09/2013 – “Portami il tuo olio, ti dirò chi sei” 
Una serata ad assaggiare l’olio extravergine imparando a riconoscere difetti e pregi

22/10/2013 – “Cucinare con l’olio extravergine”
Una serata cucinando in modo sano e consapevole per preservare le qualità dell’olio extravergine

19/11/2013 – “Aperitivo con il produttore”
Una serata con un produttore per la presentazioen dei suoi prodotti abbinati ad un aperitivo di qualità con la possibilità di acquistare un buon olio a prezzi promozionali.

10/12/2013 – “Unti e contenti è arrivato l’olio nuovo”
Serata di degustazione e abbinamento con gli oli extravergini della stagione 2013/14 con la presenza di produttori

Vi consiglio di partecipare, perchè vi si aprirà un nuovo mondo sull’olio… !

Eccovi anche i dettagli per contattare Piero ed iscrivervi ai corsi

Piero Palanti
Assaggiatrore Guida “FLOS OLEI”
www.extravoglio.it
Facebook EXTRAVOGLIO
Twitter UNTIECONTENTI
Pieropalanti@gmail.com

Print Friendly
  • Ely

    Hai proprio ragione! L’olio è un vero ingrediente! 🙂 Io su questo sono fortunata perchè mio padre ha sempre comprato- sin da quando ero piccina- l’olio direttamente dal produttore sul Lago di Garda. Quel sapore non lo dimenticherò mai, quel mosto scuro, torbido, dall’aroma quasi fruttato. Crescendo ho sempre cercato oli ‘artigianali’ come quelli di questo splendido signore. Oli baresi, oli toscani (tutt’ora mi rifornisco da un’azienda ad Assisi, per tutto l’anno!).. ed ognuno col suo sapore, più deciso o meno deciso. Mi hai davvero incuriosita con questo oro liquido.. assaggerei volentieri uno di questi prodotti italianissimi e speciali! Un abbraccio, amico mio! 🙂

  • L’olio è l’elemento principe della nostra tavola e ho avuto il piacere di collaborare ,tramite il mio blog ,con l’azienda Titone.Ho trovato il loro olio superlativo ,niente a che vedere con l’olio comprato al supermercato in offerta.