Rocher di Caprino con panure di tarallini e coulis di pesca

5
2355

Questa ricetta nasce dall’idea di realizzare uno sfizioso antipasto/aperitivo che si potesse preparare veramente in pochissimi minuti, che fosse carino da vedere ma sopratutto buono da mangiare con un accostamento particolare.

Confesso che l’idea me l’ha data anche il grande Antonino Cannavacciuolo con una sua ricetta, che ho reinterpetato a modo mio grazie anche ai buonissimi prodotti che ho ricevuto da Terre Di Puglia , una azienda che produce e distribuisce in tutto il mondo un olio di prima qualità, purissimo extravergine di oliva monocultivar “Coratina”, oltre ad una vasta offerta di prodotti tipici della tradizione pugliese: dai Taralli ai sottoli fino ai condimenti.

In questa ricetta ho usato dei meravigliosi e buonissimi Taralli all’Olio Extravergine di Oliva per fare la panatura del caprino, e che hanno conferito una perfetta croccantenza e un gusto deciso ma che non prevale sugli altri sapori.

Veniamo quindi alla ricetta, davvero molto molto semplice!

Difficoltà: FACILE – Tempo di preparazione: 10 minuti

INGREDIENTI
(per 8 rocher da 35g l’uno circa)
300g di caprino fresco
100g di Taralli all’Olio Extravergine di Oliva Terre di Puglia
6 pesche mature
succo di limone

PROCEDIMENTO
Mettiamo i taralli in una busta per conservare gli alimenti in congelatore e tritiamoli grossolamente schiacciandoli con un batticarne o un martello o semplicemente con le mani.

Prendiamo il caprino e setacciamolo con l’aiuto di un colino o un setaccio a maglie strette, formiamo quindi delle palline da circa 35g l’una e passiamole nei taralli sbriciolati. Teniamole in frigo fino al momeno di impiattare.

Sbucciare le pesche, tagliare le fette eliminando il nocciolo e bagnarle subito con del succo di limone per evitare che anneriscano. Frullarle con l’aiuto di un frullatore o un minipimer, aggiungendo un pò d’acqua se fosse necessario (dipende dal grado di maturazione delle pesche) fino a quando non otteniamo una salsa molto fine.

Passiamo anche questa salsa al setaccio in modo da eliminare eventuali piccoli pezzi rimasti e impiattiamo disponendo i rocher di caprino sulla salsa di pesca.

Buon appetito!

Print Friendly
  • Ely

    Una raffinatezza e un candore senza pari. Sono davvero rimasta affascinata da queste piccole ed eleganti delizie! Complimenti! 🙂 Un abbraccio!

  • Non ho capito la metà del titolo 😉 ma le foto parlano da sole, poi si legge la ricotta ed è tutto confermato ^_^

  • ottimissima idea ^^