Risotto al pomodoro (con ingrediente segreto)

2
2406

Era il 25 Aprile e volevo fare qualcosa con i colori della nostra bandiera, ma non mi veniva niente in mente. Erano ormai le 7 di sera e, tra tutte le cose fatte, tra il mal di denti, la febbre e tante altre belle cose, mi era passata completamente la voglia. 

Eppure si avvicinava ora di cena e dovevo pensare a cosa prepararmi perchè avevo anche un bel po di fame visto che a pranzo avevo mangiato solo una fetta di pane e pomodoro. Ecco che allora mi viene in mente che ho da un bel po di giorni una mezza bottiglia di passata di pomodoro “artigianale” fatta da un amico che giaceva aperta in frigo, dovevo consumarla prima che iniziasse a fare muffa.

Cosa prepraro? Pensa e ripensa e mi viene l’illuminazione: risotto al pomodoro, è rosso, ci aggiungi un  po di basilico verde e il piatto bianco.. e prendi due piccioni con una fava! 🙂 E sia!

Il risotto al pomodoro è un classico, ci sono tante “varianti” per farlo, io vi presento la mia che riscuote sempre enorme successo grazie, secondo me, all’ingrediente segreto: il pesto!
Inoltre per il soffritto io uso lo scalogno, non la cipolla, che ha un sapore molto più delicato.

Possibilmente usate una passata di pomodo (o dei pelati, da frullare dopo averli ben scolati) dal sapore dolce. Se usate i pelati vi posso consigliare “La Fiammante” anche se sono un po difficili da trovare. Se usate la passata vi suggerisco “Graziella” oppure la Vellultata di Cirio o di Valfrutta.

Per il pesto invece se non avete la fortuna di averlo fresco e non avete del buon basilico per farlo o la voglia 😀 dovrete ricorrere a quelli del supermercato però mi raccomando leggete bene l’etichetta e sceglietene uno che contenga solo basilico, olio, aglio e parmigiano. Scartate quelli che hanno altri ingredienti o conservanti.

Veniamo alla ricetta

Ingredienti per 4 persone

400g di riso carnaroli
300g di passata di pomodoro dolce
40g di burro
50g di parmigiano grattuggiato
1 cucchiaio di pesto fresco
1 scalogno piccolo
1 lt di brodo vegetale
1 tazza di vino bianco
Olio evo
Sale e pepe

Procedimento:

Per prima cosa prepariamo il brodo vegetale e mettiamolo su un fuoco basso in modo da mantenerlo sempre quasi a bollore. 

In una padella antiaderente versiamo un filo di olio evo e lo scalogno tritato finemente. Mettiamo su un fuoco molto basso e facciamo stufare lo scalogno per circa 5 minuti senza però farlo dorare troppo, deve diventare trasparente.

Sfumiamo con la tazza di vino bianco e facciamo evaporare

Aggiungiamo il riso e facciamolo tostare per qualche minuto fino a quando i chicchi non diventeranno traslucidi. A quel punto iniziamo ad aggiungere un paio di mestoli di brodo e sempre su fiamma bassa continuiamo ad aggiungerne altro quando vediamo che il riso ha assorbito il precedente brodo. Tutto questo processo lo facciamo sempre girando il riso con un cucchiaio di legno o una spatola.

Quando il riso è a metà cottura (assaggiare) aggiungiamo la passata di pomodoro, aggiustiamo di sale, e continiamo la cottura aggiungendo altro brodo se necessario.

Quando il riso sarà cotto, togliamo dal fuoco aggiungiamo il burro e il parmigiano e mantechiamo per 1 minuto circa. Aggiustiamo di pepe e aggiungiamo il cucchiaio di pesto. Diamo una mescolata per amalgamarlo al riso e lasciamo riposare ancora 30 secondi coperto. Poi impiattiamo subito, decorando il piatto con una spolverata di pepe macinato al momento.

Questo risotto è anche ottimo, se avanza, per preparare dei meravigliosi arancini, una delle prossime ricette 🙂




Print Friendly, PDF & Email
  • Ciao Raffaele grazie per esserti unito al mio blog! Il risotto al pomodoro e’ un classico ma che riscuote sempre tanto successo, bello l’impiattamento! Per il pesto già pronto io in genere uso quello senza aglio della Buitoni ma nel banco frigo, costa un po’ ma è’ buonissimo e verdissimo!!!

    • Si è vero, fa fare sempre bella figura! Il Buitoni non l’ho mai provato, anche perchè di solito me lo faccio io il pesto, ma ti consiglio di provare anche quello di Vogliazzi! ha un ottimo sapore e un profumo straordinario! Grazie a te!